Lunedì 17 Febbraio 2014 - 08:30

Dirottato a Ginevra volo Addis Abeba-Roma. Arrestato il co-pilota, salvi i passeggeri

IMG

Ginevra (Svizzera), 17 feb. (LaPresse/AP) - Un volo di Ethiopian Airlines partito da Addis Abeba e diretto a Roma è stato dirottato dal co-pilota. L'aereo è atterrato all'aeroporto di Ginevra intorno alle 6 di stamattina e il dirottatore è stato arrestato, dopo essersi consegnato alle autorità. A bordo si trovavano 202 persone e la compagnia aerea fa sapere che "tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio stanno bene".

 

AEREO DIROTTATO DAL CO-PILOTA. A raccontare la dinamica del dirottamento è il direttore generale dell'aeroporto di Ginevra, Robert Deillon: il co-pilota, nato in Etiopia nel 1983, ha preso il controllo del velivolo mentre il pilota era in bagno e si è chiuso nella cabina di pilotaggio. Il motivo del gesto, spiega Deillon, è che voleva chiedere asilo in Svizzera. Dopo l'atterraggio a Ginevra il co-pilota è uscito dalla cabina di pilotaggio usando una corda e si è consegnato alle autorità. I passeggeri sono stati scortati fuori dal velivolo a uno a uno e sono stati fatti salire su alcuni veicoli che li aspettavano.
 

IL CONSOLE ITALIANO SUL POSTO. A bordo dell'aereo, un Boeing 767-300 di Ethiopian Airlines, si trovavano 202 passeggeri e pare che molti fossero italiani.  L'unità di crisi della Farnesina si è subito attivata e il console generale d'Italia a Ginevra è sul posto.

 

L'INTERVENTO DEI CACCIA ITALIANI. Secondo Deillon il dirottamento è avvenuto sui cieli dell'Italia e due caccia italiani sono decollati e hanno scortato l'aereo. Questa versione dei fatti non sembra apparentemente conciliabile con quanto riferito stamattina da fonti dell'aeroporto del Cairo, secondo le quali il pilota dell'aereo aveva informato inizialmente del dirottamento  la torre di controllo di Abu Simbel, nel sud dell'Egitto, non chiedendo però di atterrare nel Paese e dirigendosi verso lo spazio aereo della Libia.

 

SCALO CHIUSO PER DUE ORE. Lo scalo di Ginevra è stato temporaneamente chiuso, ma i voli sono ricominciati dopo due ore dall'atterraggio dell'aereo dirottato.

 

IL DIROTTATORE RISCHIA 20 ANNI. Le autorità federali svizzere stanno indagando e avanzeranno accuse a carico del dirottatore che potrebbero portare a una condanna fino a 20 anni di carcere. A riferirlo il procuratore generale di Ginevra, Olivier Jornot.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Brexit, May scrive una lettera ai cittadini Ue: "Potrete restare nel Regno Unito"

Brexit, May scrive una lettera ai cittadini Ue: "Potrete restare nel Regno Unito"

Accordo in vista per garantire i diritti di circa 3 milioni di stranieri che vivono nel Paese: "Vogliamo che rimangano"

Trump parla all'Heritage Foundation President's Club a Washington

Le condoglianze di Trump alla famiglia del soldato ucciso: "Sapeva quel che faceva"

La frase rivelata da una deputata e smentita dal tycoon, è stata invece confermata dalla mamma del giovane morto in Niger

Barcellona, migliaia in piazza per liberazione leader indipendentisti

Catalogna affronta ultimatum. Rajoy: "Puigdemont mostri buonsenso"

Il leader catalano pronto a dichiarare l'indipendenza se Madrid farà ricorso all'articolo 155. La scadenza è alle 10 di giovedì 19

Marocco, re Mohammed VI: "Verso nuovo modello di sviluppo"

il Paese è pronto ad affrontare la sfida per adeguarsi alle esigenze attuali