Sabato 27 Febbraio 2016 - 12:00

Diritti tv, MP & Silva: Pagati 25% più del migliore offerente

In una nota la replica al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis

Il gruppo MP & Silva replica alle dichiarazioni del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, a margine dell'assemblea della Lega Calcio tenutasi ieri, in merito ai diritti tv. "MP & Silva ha appreso con stupore le dichiarazioni con cui il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, a margine dell'assemblea della Lega Calcio tenutasi ieri, ha contestato il valore a cui sono stati venduti i diritti tv esteri della Serie A, in quanto inferiore al valore dei diritti esteri del campionato spagnolo - si legge in una nota - Il gruppo ricorda che i diritti in questione sono stati assegnati dalla Lega Calcio attraverso un'asta, secondo quanto previsto dalla Legge Melandri. Qualsiasi azienda di tutto il mondo poteva presentare un'offerta e all'apertura delle buste quella del nostro gruppo è risultata nettamente la più alta, con uno scarto enorme (superiore al 25%) sul secondo classificato. Chiunque avesse ritenuto che i valori fossero superiori avrebbe potuto semplicemente presentare un'offerta più alta della nostra".

 

MP & Silva sottolinea di aver "potuto presentare un'offerta così competitiva ed elevata rispetto al mercato internazionale grazie alla sua capacità distributiva (venti uffici specializzati nel mondo), alla massa critica di prodotto (il nostro gruppo distribuisce nel mondo altri 61 diritti tra cui Premier League, il campionato francese, NFL ed NBA, avendo costruito negli anni una forza commerciale internazionale di altissima qualità), e alla propensione al rischio, con un livello di investimento finanziario nel campionato italiano che nessun altro oltre a noi ha ritenuto di affrontare - prosegue il comunicato - Al di là delle opinioni personali, chiediamo rispetto per i fatti, per il lavoro del nostro gruppo e per il rischio imprenditoriale e finanziario che nessun altro in Italia e nel mondo ha ritenuto di affrontare su questi diritti, avendo avuto la possibilità di farlo in una libera procedura competitiva aperta a tutti".

 

"Entrando nel merito in maniera più tecnica e facendo un paragone con altri tornei, il valore dei diritti esteri della Serie A è superiore al valore dei diritti esteri del campionato tedesco, è più di quattro volte superiore al valore dei diritti esteri del campionato francese, ed è più di dieci volte superiore al valore dei diritti esteri dei campionati olandese, portoghese e brasiliano - fa sapere MP & Silva - Considerando che nel campionato spagnolo giocano i tre giocatori più forti e famosi nel mondo (Messi, Cristiano Ronaldo e Neymar), che le squadre spagnole sono state campioni d'Europa quattro volte negli ultimi sette anni, che 11 dei migliori 23 giocatori del mondo (lista ufficiale FIFA per il Pallone d'Oro) giocano nel campionato spagnolo (solo uno in quello italiano), appare evidente che il mercato televisivo internazionale esprima per il campionato spagnolo una domanda superiore rispetto ad altri campionati tra cui quello italiano", conclude MP & Silva.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mertens esulta per il goal del 4-0

Champions League, Napoli spettacolo: Benfica travolto 4-2

Doppietta di Mertens al San Paolo, a segno anche Milik e capitan Hamsik

Juve chiama Napoli risponde: Chievo ko 2-0, 100 volte Hamsik

Juve chiama Napoli risponde: Chievo ko 2-0, 100 volte Hamsik

Si sblocca anche Gabbiadini che firma la rete dell'1-0

Napoli - Chievo Verona

Napoli-Chievo 2-0: a segno Gabbiadini e Hamsik

I ragazzi di Sarri restano a -1 dalla Juve capolista

Milik: Sarri speciale, ha contribuito a farmi scegliere il Napoli

Milik: Sarri speciale, ha contribuito a farmi scegliere il Napoli

L'attaccante rivelazione: "Giochiamo un calcio molto offensivo e non tipicamente italiano"