Giovedì 12 Gennaio 2017 - 20:30

Usa, aperta indagine su Fbi per il caso email di Clinton

Ad annunciarlo l'ispettore generale del dipartimento di Giustizia Michael Horowitz

Usa, aperta indagine su Fbi per il caso email di Clinton

L'ispettore generale del dipartimento di Giustizia statunitense, Michael Horowitz, ha annunciato che aprirà un'indagine sul Federal Bureau of Investigation per la sua gestione delle indagini sull'uso di server privati da parte dell'allora segretaria di Stato Hillary Clinton.

Subito dopo l'8 novembre e la vittoria di Trump, Clinton aveva accusato proprio il direttore dell'Fbi, James Comey, della sua sconfitta alle elezioni presidenziali. Secondo la democratica, Comey sarebbe stato responsabile del suo fallimento dopo che ha deciso di inviare una lettera al Congresso alcuni giorni prima delle elezioni, annunciando la riapertura dell'istrutturia sulle comunicazioni scambiate via mail con un server privato quando era segretaria di Stato tra il 2009 e il 2012. Comey, una settimana dopo aver esaminato le mail, decise però di non procedere contro Clinton, ma il danno politico era ormai compiuto. 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.

Papa Francesco Incontro con le Autorità, con la Società civile di Santiago

Cile, Papa chiede perdono per scandali pedofilia: "Vergogna, non si ripeta"

Il pontefice parlando alle autorità cilene nel Palacio de la Moneda di Santiago su decenni di episodi perpetrati da sacerdoti

Verginità all'asta per pagarsi gli studi: 18enne italiana raccoglie 1 milione di euro

Vuole studiare a Cambridge, acquistare una casa e viaggiare: perciò ha preso la decisione di vendersi sul web. The Sun l'ha sentita e assicura che non è un falso