Mercoledì 27 Settembre 2017 - 11:15

Diego Costa saluta il Chelsea ma non cita Conte: "Cicli finiscono"

"Il mio ciclo al Chelsea è cominciato tre anni fa: tre anni meravigliosi sotto tutti i punti di vista e io non lo dimenticherò"

Diego Costa file photo

"Alcuni cicli iniziano e altri finiscono". Diego Costa, fresco di trasferimento dal Chelsea all'Atletico Madrid, ha affidato a un post su Instagram il ringraziamento alla società e ai tifosi dei Blues, per questo periodo trascorso a Londra.

"Il mio ciclo al Chelsea è cominciato tre anni fa: tre anni meravigliosi sotto tutti i punti di vista e io non lo dimenticherò", ha ammesso il giocatore, "Due scudetti, una Community Shield, 120 partite, 59 gol e 24 assist dopo questa fase è terminata". Costa ha ribadito che i modi dell'addio sono stati molto distanti da quelli che avrebbe voluto: "Sicuramente sono andato via in condizioni particolari, ma credo nel miglior modo possibile. Questa splendida tifoseria, i compagni di squadra, così come lo staff medico, amministrativo e tecnico rimarranno nel mio cuore e nella mia mente", ha proseguito l'attaccante ispano-portoghese, sottolineando l'importanza di questi tre anni a Stamford Bridge, sia per la sua carriera che per le sue esperienze personali.

"Li porterò sempre con me e sono sicuro che capiranno le ragioni della fine del mio ciclo a Londra. Non potevo perdere fiducia in me stesso. Grazie di tutto Chelsea", ha concluso il giocatore senza mai citare direttamente il manager Antonio Conte. Costa, che ha già sostenuto le visite mediche, sarà a disposizione di Simeone già da adesso ma potrà scendere in campo da gennaio 2018. 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Figc, Malagò: "Non sarà commissariata, ma il male è profondo"

Il presidente del Coni mette fine all'ipotesi circolata dopo le dimissioni di Tavecchio, ma non sminuisce il problema

(SP)ITALY-GENOVA-SERIE A-SAMPDORIA VS JUVENTUS

Juve, col Barça si deve cambiare: tattica, interpreti, atteggiamenti

I bianconeri nel match di Champions di mercoledi hanno il dovere morale di andare oltre se stessi

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Malagò: "Potrebbe anche non esserci commissario Figc"

Il presidente del Coni mette in dubbio l'ipotesi circolata lunedì dopo le dimissioni forzate di Tavecchio

FIGC President Carlo Tavecchio gestures during a news conference in Rome

"Molestata da Tavecchio nel suo ufficio". La denuncia di una dirigente sportiva

La donna ha raccontato al Corriere diversi episodi e ha detto di avere le prove video e audio. Figc verso il commissariamento