Giovedì 16 Giugno 2016 - 21:00

Direttore LaPresse: Parole gravi che non lascerò passare

Leggo con stupore un comunicato della FNSI e di tre associazioni regionali del sindacato giornalisti (Piemonte, Lombardia e Roma) nel quale senza neppure sentire la necessità di una preventiva verifica diretta con me o con il Cdr si lanciano accuse senza fondamento alla redazione, al direttore e alla proprietà di LaPresse.

Sfido chiunque a dimostrare che siano stati stipulati accordi collettivi aziendali ovvero, per quanto mi riguarda, che siano state poste in essere discriminazioni professionali. Nessuno ne ha mai segnalate al Cdr che non è mai venuto da me per chiedere spiegazioni.

Nessuno si è mai lamentato con me di essere discriminato. C'è una intera redazione che lo può testimoniare. Vista la gravità di quanto affermato, se qualcuno insistesse nel fare affermazioni così gravi ne dovrà rispondere in tribunale. Non lascerò passare una parola, una sola, che metta in discussione la mia onestà e correttezza professionale.

Antonio Di Rosa
direttore LaPresse

Scritto da 
  • Antonio Di Rosa
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani

Vigili del Fuoco controllano la facciata della Biblioteca Civica Centrale

Roma, giù dal cavalcavia dell'A24: morti suicidi due fratelli gemelli

È successo sull'autostrada Roma l'Aquila, subito dopo Tivoli. Avevano 56 anni

Valanga in Valmalenco, morti due scialpinisti

Trento, valanga travolge un gruppo di scialpinisti: recuperati 3 feriti gravi

Mentre salivano in cordata il canalone Breloni, a San Martino di Castrozza, sono stati investiti da una placca di neve staccatasi dalla parete

Ritardi partenze treni direzione nord Italia

Sciopero treni 26-27 maggio: possibili disagi per i viaggiatori

Tre le mobilitazioni: due di Cat per il rinnovo dei contratti, l'altra di Orsa dopo l'incidente ferroviario nel Torinese