Mercoledì 08 Febbraio 2017 - 19:30

Di Maio: Noi non siamo classe dirigente, ma andremo al governo

"Nel passato ha distrutto il Paese"

 Di Maio: Noi non siamo classe dirigente, è un termine da abolire

"A questo tavolo la classe media è 35 anni. Qui non c'è una classe dirigente, classe dirigente è un termine da abolire. Perché la classe dirigente del passato ha distrutto questo Paese". Così Luigi Di Maio al convegno con i sindaci M5S dove è presente anche la sindaca di Roma Virginia Raggi. Di Maio risponde a un editoriale del quotidiano della Stampa. "Noi non siamo classe dirigente ma la classe che resiste a quanti hanno distrutto le cose attorno a noi. Siamo la generazione che sta provando a cambiare le cose fatte dalla vecchia classe dirigente", ha aggiunto Luigi Di Maio.

"Noi ci andremo al governo. Noi siamo gli unici a poter ambire al 40%. E presenteremo il conto a quel signore che ha governato prima e gli chiederemo quanti soldi ci sono nelle sue fondazioni".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

M5S, al via Villaggio Rousseau 'di governo': attese oltre mille persone

Una kermesse pre elettorale ma anche un corso di formazione per i futuri candidati. Domenica parla Di Maio e verrà svelato anche l'elenco dei vincitori delle parlamentarie

Elezioni, sfilata di simboli al Viminale: da 'Scudo crociato' a 'W la fisica'

La consegna per le prossime elezioni del 4 marzo. Tra i contrassegni più particolari anche 'Movimento mamme nel mondo per l'Italia' e ' Forconi'

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Elezioni, Delrio: "Mai al governo con la destra. LeU? Non escludo convergenza"

Il ministro dei Trasporti: "Renzi premier? Non pone la sua persona come un ostacolo"

Giustizia, la proposta di Berlusconi: "Via appello per gli assolti"

"Elimineremo le tasse su casa, auto e successioni". E sul premier ideale scherza: "Mi viene in mente un certo Silvio..."