Mercoledì 19 Ottobre 2016 - 22:30

Di Blasio: Afroamericana uccisa dalla polizia? Inaccettabile

La dura presa di posizione del sindaco di New York

Di Blasio: Afroamericana uccisa dalla polizia? Inacettabile

 Le autorità di New York si sono fortemente scusate per la fallita azione della polizia che ieri ha ucciso una donna afroamericana, caso che rischia di scatenare nuove tensioni razziali in città. Deborah Danner, 66 anni, con problemi psichici, è stata stroncata nel Bronx da due colpi di pistola sparati da un sergente della polizia di New York. E' stato qualcosa di "tragico e inaccettabile", ha detto il sindaco della Grande Mela Bill de Blasio, durante una conferenza stampa di circa un'ora organizzata per dare spiegazioni su quanto avvenuto.

 "Qualcosa è andato terribilmente storto", ha detto de Blasio. "Deborah Danner dovrebbe essere ancora viva oggi", ha aggiunto. Secondo le prime ricostruzioni  a dare l'allarme sono stati i vicini della donna, che soffriva di schizofrenia e che a quanto pare andava in giro per casa armata di forbici. All'arrivo degli agenti, avrebbe impugnato una mazza da baseball, con la quale ha tentato di attaccare l'agente che poi le ha sparato.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Iran, lancio di missili balistici

L'Iran sfida Trump: lanciato un nuovo missile balistico a lungo raggio

Il test arriva in un momento di alta tensione con gli Stati Uniti, che hanno criticato l'accordo sul nucleare

Nord Corea, Trump contro Kim: "Fermerò il piccolo pazzo". E la Cina taglia l'export

Nord Corea, Trump contro Kim: "Fermerò il piccolo pazzo". E la Cina taglia l'export

Escalation di insulti tra Washington e Pyongyang. Pechino decide di bloccare il petrolio verso il Paese asiatico

Uragano Maria devasta Portorico

Uragano Maria, diga a rischio crollo: villaggi evacuati a Porto Rico

La diga si trova nella regione di Quebradilla

Attentato metro Londra, arresti a Newport

Londra, 18enne incriminato per attentato Parsons Green

Altri tre sospettati, uomini di rispettivamente 25, 30 e 17 anni, restano in custodia