Lunedì 31 Ottobre 2016 - 10:00

Di Biagio: Manuel Locatelli è un predestinato, avrà grande carriera

Il ct dell'Under 21 interviene sul baby talento del Milan: "Grande continuità, farà parte del nostro gruppo"

Di Biagio: Manuel Locatelli è un predestinato, avrà grande carriera

"Manuel Locatelli lo conosciamo da anni, è un ragazzo bravo e serio che farà tanta strada. In questo momento è sotto osservazione, gioca con continuità e anche bene nel Milan e farà sicuramente parte del gruppo". Così Gigi Di Biagio, commissario tecnico dell'Under 21, intervenuto ai microfoni di Radio Anch'Io Sport su RadioUno. "Ora pensiamo sia meglio mandarlo nella Under 19 per poi farlo tornare a breve nell'Uner 21 o chissà anche più in alto. Ma è avviato sicuramente ad una grande carriera, è un predestinato", ha aggiunto.

Di Biagio è poi intervenuto sull'andamento sugli azzurrini e sui nuovi talenti della Serie A. "Siamo contenti della qualificazione, era un obiettivo assolutamente da raggiungere. Abbiamo una squadra interessante, speriamo di fargli fare il grande salto. Poi se arrivano anche i risultati non sarebbe male. Mi sembra comunque che i ragazzi stanno già andando frequentemente da Ventura", ha detto il ct dell'Under 21. Negli ultimi mesi sembra stiano emergendo finalmente nuovi talenti italiani in Serie A. "Finalmente - ha proseguito - tanti giocano in Serie A, prima pescavamo di più in serie B. Squadre come Milan, Atalanta, Bologna e lo stesso Torino ci stanno dando una grande mano in questo senso. I ragazzi ci sono, io ho le idee chiare su un gruppo molto interessante ed è piacevole andare a cercare delle scommesse".

Restano però le difficoltà nel far emergere talanti di altissimo livello come in passato. "C'è sicuramente poca scelta di talenti rispetto a qualche anno fa, dovuta anche ai troppi stranieri. Ma penso che le cose stiano cambiando, dalle ultime tre Under sono arrivati tanti gioicatori in nazionale. Ci vuole solo un po' di pazienza", ha detto Di Biagio. Difficoltà dovute anche a una formula del campionato Primavera che non convince. "La forbice fra Primavera e prima squadra è troppo ampia, servirebbe il campionato delle squadre B. Sono pochi quelli che riescono subito a giocare", ha detto il ct. Under 21 che sarà protagonista nel prossimo mese di giugno agli Europei in Polonia. "Vogliamo essere protagonisti, a mio avviso siamo una grande squadra. Poi bisognerà capire chi verrà con noi dei ragazzi più importanti. Ma sicuramente faremo un grande Europeo", ha detto. Infine da ex giocatore dell'Inter, Di Biagio ha detto la sua sulla crisi dei nerazzurri: "Il discorso delle piazze difficili lascia il tempo che trova, le pressioni fanno parte del nostro lavoro. E' difficile giudicare, ci sono tanti problemi ma non me la sento di giudicare un momento così delicato per una squadra a cui tengo molto".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Doping, report choc della Wada: coinvolti mille atleti russi

Doping, report choc della Wada: coinvolti mille atleti russi

"Una vera e propria cospirazione per vincere le medaglie"

Inter, Pioli: Gabigol? Se non gioca è perché non è ancora pronto

Inter, Pioli: Gabigol? Se non gioca perché non ancora pronto

Il tecnico nerazzurro parla dopo il successo in Europa League sullo Sparta Praga