Giovedì 15 Dicembre 2016 - 15:45

Di Battista: Jobs act prodotto tossico che M5S eliminerà

Boldrini: "No al voto anticipato per evitare il referendum"

Di Battista: Il Jobs act è un prodotto tossico che M5S eliminerà

"Il Jobs act è un prodotto tossico che noi elimineremo". Lo ha annunciato Alessandro Di Battista, affermando la volontà del Movimento 5 Stelle di cancellare la riforma del lavoro del governo Renzi. E anche la presidente della Camera è entrata in campo sulla questione: "Non è che per evitare il referendum bisogna fare elezioni prima del dovuto. Non può essere questo il criterio. Sarebbe inopportuno", ha precisato Laura Boldrini a proposito dei rumors sulla volontà di parte del Pd vicina all'ex premier di andare al voto per rimandare il referendum richiesto dalla Cgil per ripristinare l'articolo 18 eliminato dal Jobs act.

LEGGI ANCHE 'Referendum Jobs act infiamma partita del voto. Renzi pronto'

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, il candidato PD alla presidenza della regione Giorgio Gori ad un convegno

Migranti, Gori: "Grave che avvocato non capisca la Costituzione". Fontana: "Mia espressione infelice"

Il candidato Pd per la regione Lombardia commenta la frase shock dello sfidante di destra

Torino, Il candidato premier M5s Luigi Di Maio a pranzo con i vertici del Movimento

Parlamentarie M5S, Rousseau a singhiozzo. Disagi e proteste

Molte lamentele perché non si riesce a votare o mancano i nomi di alcuni candidati. Per i collegi uninominali sceglierà Di Maio

Porta a Porta. Ospite Beatrice Lorenzin

Lazio, Lorenzin contro LeU e avverte Zingaretti: "Pronta a candidarmi"

E' possibile che, a livello nazionale, Civica popolare vada con il Pd ma, a livello locale, corra da sola il 4 marzo nell'Election Day

Fontana insiste: "Anche nella Costituzione si parla di razze". E Salvini lo difende

Il candidato di centrodestra in Lombardia: "No al piano Gori-Bonino"