Sabato 18 Febbraio 2017 - 09:00

Franceschini, appello al Pd: Fermiamoci, no a scissione

Delrio: "Sarebbe la frattura nella diga contro i populismi e la rabbia sociale".

Il ministro Franceschini

Milano, 18 feb. (LaPresse) - "Non vi chiedo 'Fermatevi', vi dico 'Fermiamoci'. Per il nostro popolo dopo una scissione non ci saranno innocenti, saremo tutti colpevoli". Così, sul suo profilo twitter, il ministro dei Beni e attività culturali, Dario Franceschini.

DELRIO: SCISSIONE APRE STRADA A POPULISMO. "Faremo di tutto, fino all'ultimo secondo. La scissione sarebbe una grande sconfitta, per tutti. In primo luogo per chi la provoca, ma anche per tutto il gruppo dirigente". Così, intervistato dal Corriere della Sera, il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio. "La scissione sarebbe la frattura nella diga, che oggi è ancora solida contro i populismi e la rabbia sociale. Ma io sono anche convinto che nessuno possa imputare a Renzi il minimo di responsabilità", continua il ministro.

"Renzi ha fatto ogni sforzo possibile, si è mostrato sempre disponibile a seguire le indicazioni della minoranza - aggiunge Delrio - Lui voleva fare il congresso a dicembre, poi ha accettato di posticiparlo, quindi gli anni chiesto che il partito fosse contendibile, con primarie aperte. E infine dai candidati, Rossi, Speranza, Emiliano e anche Cuperlo, si è alzata la richiesta prepotente del congresso subito".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvisuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale

Matteo Salvini annuncia l'ingresso di Giulia Bongiorno nella Lega

Bongiorno capolista, è scontro nella Lega. Maroni: "Io e Bossi combattevamo Andreotti"

Polemiche sull'ex avvocatessa del democristiano e new entry nel partito. Salvini replica: "Orgoglioso della mia scelta"