Giovedì 19 Ottobre 2017 - 13:15

Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il dramma del cabarettista: "Dopo 35 anni trascorsi a fare ridere la gente, non pensavo di ritrovarmi in una situazione così triste"

Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig, riportata oggi da 'Il Giorno'. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, capomeccanico che si divertiva a fare gli scherzi a 'Sochmacher', si è trovato all'improvviso in una situazione disastrosa a causa dellla separazione dalla moglie. Della Noce qualche giorno fa è stato sfrattato dalla sua casa di Lissone (Monza) e ora vive in macchina. In difficoltà nel pagare gli alimenti per i suoi due figli, in poco tempo sono arrivati il pignoramento della Partita Iva e poi lo sfratto.

Il comico ora ha chiesto aiuto ai servizi sociali: "Mi hanno promesso - ha raccontato al Giorno - che nei prossimi giorni cercheranno di trovare una sistemazione. Nel frattempo dovevo arrangiarmi. Mai avrei pensato che dopo trentacinque anni trascorsi a fare ridere la gente mi sarei trovato a piangere per una situazione veramente difficile che non auguro a nessuno". Una situazione tragica, che lo ha colpito non solo nelle finanze ma anche nello spirito: "Soffro di una depressione e in questo momento sono in cura presso l'ospedale di Niguarda. Sto vivendo un dramma interno che mi lacera. Fortunatamente ci sono i miei tre figli ai quali voglio un bene dell'anima. Sono loro la vera forza che mi fa andare avanti".

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

X Factor 2017, la nona puntata

X Factor verso la serata inediti: a sorpresa esce Camille

Maionchi ancora con tre concorrenti, a Levante rimane solo Rita

Cracco perde una stella Michelin: per lui Tapiro d'oro di 'Striscia'

Lo chef la prende con filosofia: "È già buono, potevano toglierle tutte e due"

Accuse a Brizzi, Paolo Genovese: "Sono profondamente addolorato"

"La molestia è un reato gravissimo e va punito, ma non sono d'accordo sulla deriva gossippara che ha preso questo fenomeno e sul lancio mediatico di pomodori"

Vittorio Sgarbi a Catania

Sgarbi si confessa a Gomez: "Berlusconi mi dava 13 milioni al giorno"

Il critico, in "La Confessione", racconta che riceveva questa somma per i suoi "Sgarbi quotidiani". Il programma domani sera su NOVE (Discovery Italia)