Venerdì 28 Ottobre 2016 - 18:00

Delitto Seriate, l'amica di Gianna: Non era felice con Antonio

"Mentre io piangevo in sala mortuaria lui era lì che parlava tranquillamente che chiacchierava"

Delitto Seriate, l'amica di Gianna: Non era felice con Antonio

'Pomeriggio 5' apre con il delitto di Seriate e l'inviata riferisce che i carabinieri hanno prelevato 70 dna in totale da poter confrontare con quello ritrovato sui guanti. Ma negli ambienti investigativi starebbe circolando sempre più insistentemente la voce secondo cui il ritrovamento dell'arma del delitto non sarebbe stato casuale: l'assassino l'avrebbe messo in quel parco per farlo ritrovare, probabilmente per far cadere la colpa su qualcun'altro. Gli inquirenti ancora non capiscono come sia possibile che le uniche impronte trovate siano solamente sui guanti e non sulla busta che li conteneva.

In esclusiva per il programma condotto da Barbara D'Urso viene poi mandata in onda un'intervista del giornalista Marco Oliva di Telelombardia, che è riuscito a parlare con una vicina di casa di Gianna Del Gaudio: "Io ero sconvolta per come si comportava Antonio Tizzani dopo la morte di Gianna. Mentre io piangevo in sala mortuaria lui era lì che parlava tranquillamente che chiacchierava. E poi alle telecamere aveva anche dichiarato di essere tranquillo, ma io dico come fai? È appena morta tua moglie. Io comunque non li ho mai visti felici, quelle volte in cui li vedevo parlare lei aveva sempre un atteggiamento distaccato, spesso guardava per aria come a dire che non le interessava ciò che diceva Antonio".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara