Giovedì 29 Settembre 2016 - 17:45

Delitto di Seriate, testimone: il marito gridava 'Ti ho visto'

Gli inquirenti vagliano gli ultimi messaggi ricevuti e inviati dalla donna

Delitto di Seriate, testimone: il marito gridava 'Ti ho visto'

"Ho sentito delle urla maschili, dopo le 00.30 ma non chiedeva aiuto imprecava solamente", sono le parole di un altro testimone a Pomeriggio 5 sul delitto di Gianna Del Gaudio. "Era sicuramente la voce di Antonio perché poi siamo usciti e l'abbiamo visto. Continuava a imprecare e poi chiamava 'Paolo Paolo', ma lui non ha mai chiesto aiuto. Diceva Dio! Dio! Dio! Non era molto chiaro e quindi pensavamo fosse un ubricaco che passava dalla piazza. Ma una frase mi è rimasta impressa, diceva 'Ti ho visto, ti ho visto'!". L'inviata riferisce che probabilmente Antonio Tizzani potrebbe aver visto un messaggio sul cellulare della moglie Gianna Del Gaudio. Infatti gli inquirenti starebbero proprio lavorando su questa pista: controllare gli ultimi messaggi ricevuti e inviati e scoprire se qualcuno di questi sia stato cancellato.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Como, incendio in casa: paura per quattro bambini

Como, appartamento in fiamme: muoiono papà e i suoi quattro bambini

È stato trovato del materiale accatastato nella casa: potrebbe essere stato il padre dei piccoli ad appiccare l'incendio

Smog, nube tossica su pianura padana. ClientEarth: "Ora misure coraggiose"

A nulla è servito il blocco ai veicoli diesel più inquinanti

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Secondo gli investigatori, Biagio Lomolino era a capo di un giro di prostituzione dei trans sudamericane nel capoluogo lombardo

Esplosione di un ordigno davanti alla porta di un abitazione a Pioltello

Varese, ritrovata la ragazza scomparsa nel 'bosco della droga'

. Le indagini proseguiranno per accertare cosa sia accaduto nella notte di sabato e per individuare i colpevoli