Mercoledì 01 Giugno 2016 - 17:45

Misseri a mamma Sara: Parleremo, senza telecamere

L'uomo a Pomeriggio 5: "Sto in casa chiuso come Sabrina e Cosima in carcere"

Delitto Avetrana, Misseri a mamma Sara: Parleremo, ma senza telecamere

"La mia vita è sempre la stessa, vado avanti col rimorso. Troppi ricordi in casa, fortunatamente ci sto poco". Lo ha raccontato a Pomeriggio5 su Canale 5 Michele Misseri, padre e marito delle due donne ritenute responsabili del delitto ad Avetrana della giovane Sarah Scazzi, per il quale sono state condannate la cugina Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano. "Sabrina è una brava ragazza, voleva aiutare gli altri", ha sottolineato Misseri, e parlando poi di cosa direbbe alla madre di Sarah, Concetta, ha detto che "arriverà il momento in cui parleremo ma faccia a faccia, non con le telecamere". "Sto in casa tutto chiuso? Voglio stare come stanno loro in carcere", ha confessato l'uomo.

Durante la trasmissione è intervenuto anche Ivano Russo, uno dei principali testimoni del caso, che aveva avuto una relazione con Sabrina: "Sono pronto ad affrontare il processo ma i fatti contestati sono solo di falsa testimonianza. Altre cose sono a me estranee", ha precisato, "sono disposto a incontrare Concetta per chiarimenti, sono un amico, non un nemico, e ci tengo, come lei, affinché Sarah abbia giustizia".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone