Lunedì 24 Aprile 2017 - 11:30

Del Grande è libero: Sto bene, difficoltà è stata detenzione

L'arrivo del documentarista all'aeroporto di Bologna

Del Grande è libero: Sto bene, difficoltà è stata detenzione

"Sto bene, la più grande difficoltà è stata la mancanza della libertà. Considero illegale cosa mi è successo, ma non mi hanno torto un capello. Ci tengo a ringraziare la stampa, le istituzioni, gli ambasciatori, gli avvocati turchi che hanno preso in carico il mio caso" Queste le prime parole di Gabriele Del Grande, il documentarista italiano fermato in Turchia e oggi rilasciato, al suo atterraggio all'aeroporto di Bologna. "Oggi sono a casa sono libero, mando un pensiero caro a tutti i detenuti e a tutti i giornalisti ancora in carcere anche in condizioni peggiori, in Turchia e altri paesi" ha aggiunto. "Il mio è un caso risolto, ma altri sono ancora in corso, non so perché son stato fermato, gli avvocati proveranno a capirlo ma non ho subito nessun tipo di violenza, questo ci tengo a dirlo. Ho saputo stanotte della mia liberazione" ha concluso.  

"ORA MANGIO". "Dove vado ora? Adesso vado a mangiare...  Dopo sette giorni di sciopero della fame" ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano quali fossero i suoi programmi immediati. Il giornalista e blogger aveva iniziato lo sciopero della fame da una settimana per protestare contro la sua detenzione nelle carceri turche. Del Grande ha anche confermato che quello a cui sta lavorando da mesi, e per cui si trovava in Turchia, è un libro.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Mafia, due milioni di risarcimento alla famiglia del 13enne ucciso per vendetta

Giuseppe Di Matteo sequestrato e sciolto nell'acido perché il padre era un pentito

Cielo tra sole e nuvole, poi arrivano i temporali: il meteo del 22 e 23 luglio

Per i meteorologi del Centro Epson Meteo, tempo instabile da nord a sud. Settimana con caldo nella norma

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

'Ndrangheta, agguato nel Reggino: ucciso un uomo, ferito grave bambino

I killer hanno aperto il fuoco in un terreno di proprietà del 39enne, pregiudicato e ritenuto appartenente all'omonima cosca. Grave il bimbo di 10 anni che era con lui

Prima prova di maturità al liceo Manzoni in via orazio

Maturità, Miur: cresce percentuale promossi, oltre 6mila i 100 e lode

Le rivelazioni del ministero sui primi risultati relativi agli Esami di Stato della scuola secondaria di II grado. In Puglia gli studenti migliori