Mercoledì 29 Marzo 2017 - 10:15

Def, Bersani: Mdp sostiene Gentiloni, ma non a tutti i costi

"Premier realizzi che c'è forza non al governo ma nella maggioranza"

Def, Bersani: Sostegno a Gentiloni ma non a tutti i costi

"Abbiamo tutta l'intenzione di garantire il percorso del governo Gentiloni, ma lo misureremo sulle proposte e presenteremo le nostre. Il premier deve realizzare che c'è una forza che ha un certo numero di parlamentari che non è nel governo, ma è nella maggioranza". Così Pier Luigi Bersani (Mdp) a Repubblica in merito al voto del Movimento Democratici e Progressisti sul Def. L'ex segretario Pd spiega "che le intenzioni (di votarlo, ndr) ci sono, ma non a tutti i costi".

"E' la richiesta di correzioni equilibrate - spiega -. Mi aspetto per esempio che Gentiloni convochi un tavolo con i nostri capigruppo. Mi sembra il minimo. E che dica la verità sull'economia agli italiani".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio a Torino per la restituzione stipendi consiglieri

M5S, proteste sul web per parlamentarie. Si va verso proroga

Molti non sono riusciti a esprimere la loro preferenza, altri non hanno trovato il proprio nome nella lista dei papabili che correranno al proporzionale nelle elezioni del 4 marzo

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Pd, squadra governo in campo. Renzi: "No polemiche, minoranze garantite"

Il segretario dem: "La convinzione che ci siano posti sicuri è superata. Tutto è molto contendibile. Il posto sicuro in questo caso ce l'ha chi sul collegio i voti li trova"

Carlo De Benedetti ospite a "Otto e Mezzo"

De Benedetti contro tutti: "Riforma popolari segreto Pulcinella, Scalfari ingrato"

L'ingegnere parla del suo rapporto con il potere e non lesina giudizi in vista della prossime elezioni politiche

Giugliano in Campania, militari dell'esercito italiano presidiano la 'Terra Dei Fuochi'

Ok Camera a missioni internazionali: 870 militari in partenza

Quattrocento verranno mandati in Libia, 470 in Niger. Forza Italia e Fratelli d'Italia votano a favore