Mercoledì 22 Febbraio 2017 - 18:15

De Magistris: Emiliano? Non ha fatto bene a restare nel partito

"Con lui ho simpatia e amicizia: è un uomo del sud, concreto, che amministra una regione che amo molto"

De Magistris: Emiliano? Non ha fatto bene a restare nel partito

 "Sinceramente non penso che Emiliano abbia fatto bene a restare nel Pd". Lo dice Luigi De Magistris, sindaco di Napoli oggi al programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. "Non credo che Emiliano abbia fatto bene a restare nel Pd perché dopo aver detto cose molto dure su Renzi, forse era meglio fare altre scelte che rimanere in quel partito dove Renzi sarà quasi sicuramente il prossimo segretario. Io ad Emiliano avevo dato anche rifugio politico, gli avevo detto 'vieni a Napoli, che è città-rifugio'". Le piace, comunque, Michele Emiliano? "Con lui ho simpatia e amicizia: è un uomo del sud, concreto, che amministra una regione che amo molto. Però..." Però? "Però mi rendo conto che per uscire dal Pd ci vuole coraggio politico - ha spiegato a Rai Radio1 - nel senso che uscire fuori vuol dire iniziare una sfida che non sai dove ti porterà, mentre restare dentro stai in una casa che nel momento difficile ti può coccolare".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Padoan: "Flat Tax? Quando si abbassa tassa serve copertura"

Il ministro delle finanze commenta la proposta di Berlusconi. E avverte: "Ecofin preoccupato per esito elezioni in Italia"

Camera dei Deputati, Matteo Salvini in conferenza stampa

Lega: chi sono Bagnai e Borghi, candidati da Salvini contro l'Ue

Chi sono i due scelti dal leader del Carroccio: l'anti-Padoan e un docente no euro

Grillo lascia il blog Cinque stelle e ne lancia uno nuovo: "Utopia per andare avanti"

Divisione storica con la Casaleggio associati. Il comico genovese: "Bisogna essere sempre curiosi, il mio mantra è questo qui"

Milano, Matteo Salvini ospite della Club House di Brera

Salvini contro Berlusconi: "Se il 3% imposto dall'Ue ci danneggia non esiste"

Il leader Lega contrario all'alleato che ha definito il limite discutibile, ma una regola che verrà rispettata