Mercoledì 04 Luglio 2018 - 16:15

Danza sportiva, a Rimini i campionati nazionali e una tappa del Grand Slam

I migliori atleti italiani e internazionali si sfideranno nel tradizionale appuntamento di Sportdance. In gara normodotati e paratleti, suddivisi in 54 categorie. Osservati speciali i ragazzi della break dance che sarà uno degli sport delle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires.

Undici giorni di gare, sei arene e 20.000 atleti iscritti: sono solo alcuni dei numeri dei Campionati nazionali di danza sportiva che si disputeranno dal giovedì 5 a domenica 15 luglio (giovedì la prima diretta, dalle 12.30, su Lapresse). Come da consuetudine, la competizione si svolgerà a Rimini nell'ambito di Sportdance, festival che è diventato un punto di riferimento a livello mondiale per questo sport. Giunta all'undicesima edizione, accanto ai campionati italiani Sportdance ospiterà una tappa del Grand Slam Standard and Latin, una delle più importanti competizioni organizzate dalla Federazione mondiale di danza sportiva (WDSF).

Nel corso delle quasi due settimane di gara vedremo in azione alcuni dei più forti atleti di questa disciplina che conta 54 specialità, suddivise in due categorie. La prima è quella delle danze di coppia che sono di tre tipi: internazionali, nazionali e regionali. Tre tipi di balli anche per la seconda categoria, quella artistica: accademici, coreografici e street dance. A seconda della specialità, inoltre, i ballerini potranno scendere in pista da soli, in coppia, in gruppo, con una crew o con una formazione. Oltre agli atleti normodotati, in gara ci saranno anche gli atleti di danza paralimpica.

La danza sportiva nasce come trasposizione del ballo da disciplina artistica a sport ed è suddivisa in nove classi in base al livello che va dall'amatoriale al professionale. Dal 1997 è inserita nell'ambito dei World Games, i giochi mondiali delle discipline riconosciute dal Comitato olimpico internazionale (Cio) e in attesa di essere inserite nei programmi olimpici. La prima comparsa alle Olimpiadi risale all'edizione di Sidney 2000, tra gli sport dimostrativi, mentre quest'anno sarà presente ai Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires, a cui parteciperanno ballerini di break dance. Nel nostro Paese è stato riconosciuto come sport dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) nel 2007 quando la Federazione italiana danza sportiva (Fids) poteva già contare su più di 100.000 tesserati.

Scritto da 
  • Nicola Petricca
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Asian Games, Coree unite, Palestina acclamata e videogiochi come sport

Via ai giochi con la cerimonia di apertura al Main Stadium. Allerta sicurezza: predisposto un sofisticato sistema di riconoscimento facciale e altre misure restrittive

Open Golf Championship a Carnoustie - Quarto Giorno

Golf, Molinari sesto nello Us Championship. Trionfa Koepka

Grande prestazione dell'azzurro a St Louis. Ora è sesto al mondo. Il ritorno di Tiger Woods che chiude secondo

Atletica, staffetta 4x100 donne: Italia settima. Azzurri squalificati

Pasticcio degli uomini al secondo cambio nella semifinale