Sabato 02 Luglio 2016 - 08:30

Venti civili uccisi in assalto a ristorante di Dacca: Isis rivendica attacco

La sparatoria nel quartiere diplomatico al grido di 'Allahu Akbar'

Bangladesh, commando assalta bar di Dacca e prende ostaggi

Sarebbero almeno 20 le vittime civili dell'assalto armato avvenuto nel cuore del quartiere diplomatico di Dacca in Bangladesh, quello di Gulshan. Alle 20.45 di ieri ora locale un commando armato ha fatto irruzione nel caffè ristorante 'Holey Artisan Bakery', frequentato soprattutto da stranieri, e - secondo alcune testimonianze al grido di 'Allahu Akbar' - ha aperto il fuoco prendendo degli ostaggi.  All'alba le forze speciali hanno avviato il blitz in seguito al quale sei terroristi sono stati uccisi. Venti i civili morti,  secondo quanto riferito in conferenza dal generale di brigata dell'esercito Naim Asraf Chowdhury. Sono 13 invece le persone che sono state salvate, tra cui un giapponese e due cittadini dello Sri Lanka.

Alcuni italiani sono rimasti coinvolti nell'attentato: l'ambasciatore italiano in Bangladesh, Mario Palma, parlando al Tg1 ha riferito che fra gli ostaggi c'erano sette italiani, di cui alcuni residenti a Dacca e altri in visita, che lavorano tutti nel mondo della moda. Da fonti della Farnesina si era appreso poco prima che un ostaggio italiano che si era riparato nel giardino retrostante il ristorante è stato tratto in salvo dalla polizia locale. Il Dhaka Tribune, invece, ha riferito la storia di un panettiere italiano che lavora nel ristorante ed è riuscito a fuggire. A riferirlo al giornale è stato uno dei membri dello staff della cucina del ristorante, Sumon Reza, il quale ha spiegato che al momento dell'attacco nel locale si trovavano almeno 20 persone, tutti stranieri. Non trova invece conferme la notizia inizialmente diffusa dal giornale India Today, che parlava di due italiani morti. Da fonti della Farnesina si apprende che la Farnesina stessa sta contattando le famiglie delle persone che potrebbero essere coinvolte, ma al momento non sono confermate vittime italiane.

Lo Stato islamico, come riporta il gruppo Usa Site che monitora le attività jihadiste online, ha rivendicato l'attacco tramite l'agenzia di stampa Amaq legata all'Isis, che ha parlato di assalto a "un ristorante frequentato da stranieri a Dacca, in Bangladesh". Inizialmente Amaq ha riferito di oltre 20 stranieri uccisi, mentre poi ha aggiornato il bilancio a 24 morti e 40 feriti, tra cui diversi stranieri. Bilancio naturalmente non confermato da fonti ufficiali.

"Seguo momento per momento la situazione a Dacca. Ansia per gli italiani coinvolti, vicino alle famiglie", ha commentato nella notte su Twitter  il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni. E il premier Matteo Renzi ha abbandonato la serata per il restauro del Colosseo e ha fatto ritorno a Palazzo Chigi, da dove ha seguito gli sviluppi del sequestro a Dacca, in contatto con la Farnesina.

"Angoscia per questo ennesimo atto di barbarie, con la speranza che si concluda senza vittime". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aveva commentato ai microfoni delle televisioni, al suo arrivo a Città del Messico, l'attacco terroristico. "Naturalmente - aveva aggiunto - siamo coinvolti in modo particolare, avendo dei nostri concittadini in ostaggio. Questo aumenta l'angoscia e rende ancora più grande l'ansia per le iniziative che vengono assunte, con la speranza che vengano assunte con saggezza ed efficacia". "Ci sono alcuni italiani - conferma Mattarella - Ma anche se fosse uno soltanto, sarebbe la stessa cosa".

Recentemente due presunti responsabili di omicidi settari sono morti in sparatorie con le forze di sicurezza in Bangladesh. Dal 2013 il Paese ha sofferto un'ondata di attacchi di stampo islamista, che si sono intensificati nel 2015, il che ha portato la polizia a lanciare una vasta operazione con migliaia di arresti. Alcune delle azioni terroristiche sono state rivendicate dallo Stato islamico, mentre altre dalla branca locale di al-Qaeda, ma le autorità locali hanno avuto la tendenza ad attribuire le responsabilità a gruppi autoctoni.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%