Domenica 08 Maggio 2016 - 23:00

Da Milano a Genova mezza Serie A farà rivoluzione in panchina

A fine campionato si prevedono sconvolgimenti con un girotondo di panchine quantomai interessante

Da Milano a Genova mezza Serie A farà rivoluzione in panchina

La Fiorentina in Europa, il Frosinone in Serie B con il Verona, Napoli e Roma che continuano il loro duello per l'accesso diretto alla Champions League protagoniste dei successi contro Torino e Chievo, il Palermo che ha superato il Carpi e adesso è a 90 minuti dalla salvezza. Gli ultimi squilli del campionato non sono proprio di tromba ma, comunque, producono un certo rumore. Soprattutto, sono le conseguenze dirette che interessano e che accendono la curiosità della gente. Ad esempio, il girotondo delle panchine è quantomai interessante, al punto che rischia di esserci un'autentica rivoluzione nelle prossime settimane.

Massimiliano Allegri si è appena legato alla Juventus (incredibilmente battuta dall'ormai retrocesso Verona) per altre due stagioni, diventando il nababbo degli allenatori, mentre Paulo Sousa ha ufficializzato di sposare il progetto della Fiorentina. Ma a Milano non si sa se Roberto Mancini restera' e, soprattutto, chi prenderà il posto di Christian Brocchi al Milan, in attesa che Berlusconi decida se tenere o cedere la società. Una grana nella grana.

Non che a Genova la situazione sia migliore. Perso il derby malamente, Vincenzo Montella ha perso anche la fiducia nel presidente Massimo Ferrero, lasciando intuire che, forse non sono "fatti uno per l'altro". Gianpiero Gasperini, invece, ha lasciato intuire che il rapporto con Enrico Preziosi è agli sgoccioli: da troppo tempo circola - non smentito - il nome di Juric per i rossonlu', insomma il cambio è vicino. Gasperini che potrebbe approdare al Torino se si concludesse il ciclo di Giampiero Ventura sulla panchina granata. La scivolata con il Napoli non aiuta, ecco.

Anche Simone Inzaghi è in attesa della riconferma da parte di Claudio Lotito dopo che la Lazio ha travolto anche il Carpi, inguaiandolo nel testa a testa con il Palermo. A proposito, ad ascoltare Maurizio Zamparini, in serie A o in serie B sara' Davide Ballardini la prossima stagione a pilotare il Palermo, prima buttato a mare poi ripescato per realizzare il miracolo. Il pareggio di Firenze mette i siciliani nella condizione di scacciare un incubo, protagonista assoluto proprio il tecnico di Ravenna.

In Emilia, Eusebio Di Francesco e Roberto Donadoni dovrebbero rimanere rispettivamente a Sassuolo e Bologna, a meno che non capiti qualcosa di qui a giugno, quando tra l'altro dovrà essere anche svelato il nome del nuovo commissario tecnico con la sovraintendenza di Marcello Lippi...

Scritto da 
  • Vittorio Oreggia
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sturaro e la lite su Instagram con un dodicenne: "Ritardato"

Bufera sul calciatore della Juve dopo una lite dai toni molto accesi con un piccolo tifoso napoletano

Lazio - Torino

Gattuso: "Il Var leva i cattivi pensieri". Ma la Lazio non ci sta e grida al complotto

Biancocelesti scatenati dopo Lazio-Torino. Ma alla fine del primo tempo, Giacomelli poteva decidere diversamente

Chievo Verona - Roma

Serie A, Roma sbatte su muro Sorrentino: è 0-0 con il Chievo

E' il secondo pari esterno consecutivo per i capitolini: un'occasione che sa molto di sprecata.