Giovedì 16 Marzo 2017 - 18:00

D'Agostino: Querela a Grillo? Lui è l'editore del blog

Intervista al fondatore di Dagospia sul caso della responsabilità del leader M5s sui contenuti postati

D'Agostino: Querela a Grillo? Lui è l'editore del blog

Non è a Beppe Grillo che vanno indirizzate le querele per i contenuti del suo blog, ma a Emanuele Bottaro, l'intestatario del dominio. La pensa così Roberto D'Agostino, fondatore e anima di Dagospia, celebre sito di retroscena. Secondo l'autore il primo corrisponde all'editore, il secondo al direttore responsabile.

"Qualsiasi giornale - dice - ha dietro un proprietario e un direttore responsabile. De Benedetti è il proprietario di Repubblica, Calabresi il direttore. Quando qualcuno si sente diffamato querela Calabresi, non De Benedetti". "Grillo ovviamente è De Benedetti in questo caso", spiega. Bisogna superare l'idea, aggiunge, "che un blog è una cosa personale mentre un giornale è una società".

In ogni caso, sottolinea, "questa polemica è pretestuosa e politica. I renziani hanno querelato perché la verità è che i grillini andranno alle primarie in massa a votare per Orlando. E questo è un problema per Renzi perché rischia di non riuscire a vincere. Questo è quello che c'è sotto tutta questa storia".

Tuto il resto, conclude, "sono stronzate, se voglio querelare La Stampa querelo il direttore Molinari, non Elkann. E' un semplice sillogismo".

Scritto da 
  • Fabio De Ponte
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Migranti, altri morti e scontro Open Arms-Salvini. Mattarella invoca 'accoglienza'

Una imbarcazione è affondata al largo del nord di Cipro e il bilancio è di almeno 19 morti. Un'altra nave con migranti a bordo bloccata di fronte alla Tunisia

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

Rai, Alberto Barachini: chi è il nuovo presidente della vigilanza

Giornalista, dal 1999 è cresciuto nella squadra Mediaset. Alle ultime elezioni politiche, Silvio Berlusconi lo ha voluto nella squadra dei candidati azzurri

Giustizia, il ministro Bonafede al Csm

Legittima difesa, Bonafede: "No alla liberalizzazione delle armi". M5S frena

Salvini precisa: "No pistole vendute in tabaccheria. Niente modello americano". Il premier Conte: "No alla giustizia privata"