Sabato 29 Ottobre 2016 - 14:45

Crolla cavalcavia a Lecco: ecco il momento in cui cede il ponte

L'Anas ha diffuso il filmato in cui la struttura si sbriciola al passaggio del tir

Crolla cavalcavia a Lecco: ecco il momento in cui cede il ponte

All'indomani della tragedia avvenuta sulla superstrada Milano-Lecco, dove ieri sera, all'altezza di Annone Brianza, è crollato un cavalcavia, uccidendo un automobilista 68enne di Civate rimasto schiacciato nella sua auto, l'Anas ha diffuso le drammatiche immagini del momento in cui il ponte crolla sulla strada. Il tir da 108 tonnellate ("Non era utorizzato", dice l'Anas) attraversa lentamente il ponte, ma verso la fine il cavalcavia cede e si sbriciola. L'auto del 68enne viene schiacciata dal peso del cemento.

Loading the player...

Per tutta la notte i vigili del fuoco, le forze dell'ordine e i tecnici dell'Anas hanno lavorato per rumuovere le macerie e i mezzi incidentati. La statale 36 resta chiusa al traffico che viene deviato sul percorso alternativo in direzione Nord (Lecco) con uscita obbligatoria a Nibionno e in direzione Sud (Milano) a Suello Como Erba. Per stabilire i tempi di riapertura al traffico del tratto, sul quale transitano 80-90 mila veicoli al giorno, bisognerà attendere che la strada sia interamente liberata e verificare i lavori di ripristino della pavimentazione necessari. 

Carmelo Gentile, docente di Tecnica delle Costruzioni del Politecnico di Milano,  questa mattina ha effettuato i primi accertamenti tecnici sull’opera crollata, un cavalcavia realizzato tra gli anni Sessanta e Settanta dalla Provincia di Como. Dalle prime ricostruzioni dei fatti,  il mezzo pesante aveva una portata di circa 108 tonnellate, superiore a quella ordinaria, e non era stato autorizzato da Anas, che peraltro, precisa in una nota, non ha in gestione la viabilità sulla strada provinciale SP49 dove si trovava il cavalcavia. 

Nel frattempo la Procura di Lecco ha aperto un fascicolo per cercare di chiarire le responsabilità a monte del tragico incidente. L'allarme era stato lanciato almeno 3 ore prima del disastro da alcuni tecnici di Anas, preallertati dalla Polstrada che aveva notato dei calcinacci lungo la superstrada. A causa, pare, di problemi burocratici tra l'Anas e la Provincia di Lecco su chi e in che modo si dovesse intervenire, il cavalcavia è rimasto aperto, per poi sgretolarsi sotto il peso di un tir con rimorchio, che trasportava un carico di tubi d'acciaio.

Contestualmente, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha istituito questa mattina con proprio decreto la commissione d'inchiesta del Ministero sul cedimento del cavalcavia. La commissione ispettiva, spiegano dal ministero, "è costituita da figure di comprovata esperienza, capacità e professionalità che dovranno fornire uno scrupoloso accertamento dell'accaduto e una dettagliata ricostruzione dei fatti entro 30 giorni". Già ieri sera il viceministro Riccardo Nencini aveva annunciato che al più presto sarebbe stata convocata una commisisone d'inchiesta per far luce sulla tragedia e accertare le responsabilità.  

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

I giudici di Palermo: "Trattativa Stato-mafia accelerò la morte di Borsellino"

"Provata l'esistenza di un accordo preelettorale tra Cosa nostra e Dell'Utri"

Empoli, donna incinta di quattro settimane muore in ospedale

Era ricoverata da sei giorni per rischio disidratazione, dopo l'ultimo giro di visite la situazione è precipitata

SPAIN-EU-MIGRANTS

Migranti, il campione Nba Marc Gasol: "Ho deciso di aiutare dopo la foto di Aylan"

Il giocatiore di basket era a bordo dell'imbarcazione della Ong Open Arms che ha recuperato Josephine rimasta in mare per 48 ore. "Se ci avessero dato la posizione esatta della zattera avremmo potuto salvare anche il bambino"