Lunedì 27 Novembre 2017 - 23:00

Cristante decisivo. L'Atalanta va. Benevento, quattordicesimo ko

Vittoria non semplice per gli uomini di Gasperini. I campani si difendono bene. Il centrocampista ancora in rete

Atalanta - Benevento

Deve ancora rinviare l'appuntamento con il primo punto in campionato il Benevento, che cade 1-0 in casa dell'Atalanta nel posticipo della 14/a giornata di Serie A. E' un tiro da fuori di Bryan Cristante a un quarto d'ora dalla fine a piegare la resistenza dei sanniti, che fin lì non avevano demeritato.

La 'Dea', forte del passaggio del turno in Europa League, dà continuità alla bella vittoria di Liverpool contro l'Everton ritrovando il sorriso anche in campionato dopo un digiuno di tre giornate. Gli orobici salgono così a 19 punti agganciando il Torino a metà classifica.

Gasperini si affida a un 3-4-2-1 puntando in avanti su Cornelius, supportato da Cristante e Gomez. Panchina per Petagna. Dalla parte opposta invece De Zerbi schiera un 4-3-3 con il tridente composto da Lombardi, D'Alessandro e Armenteros. Nel primo tempo sono i padroni di casa a farsi preferire, anche se gli ospiti - soprattutto con Armenteros - riescono a tenere un minimo in apprensione la retroguardia dell'Atalanta. Al 15' Cornelius di testa sull'ottimo invito di Gomez manda alto sopra la traversa, sul fronte opposto al 22' diagonale pericoloso di Armenteros e palla fuori di un soffio.

Con il passare dei minuti l'undici di Gasperini sale di tono e crea due ghiotte palle gol con Gomez, che al 28' chiude troppo la conclusione spedendo a lato, e al 36' con Cristante, murato provvidenzialmente da due passi al momento di calciare a rete da Djimsiti. Nel finale però la palla gol più pericolosa la crea il Benevento con un colpo di testa di Armenteros su cross di Venuti su cui è provvidenziale l'intervento di Berisha.

In avvio ripresa proprio il numero 90 dei campani è costretto ad uscire per un problema allo stomaco. Puscas prova a rimpiazzarlo ma tutto il Benevento sembra risentirne e non riesce più a pungere come nei primi 45'. Non che l'Atalanta faccia molto di più, ma Brignoli è attento al 4' sul colpo di testa di Cristante. Al 20' invece Masiello trova solo l'esterno della rete in scivolata sul cross di Gomez.

Dieci minuti più tardi però arriva la rete che decide la partita. Il Benevento perde un pallone a centrocampo, Cristante ne approfitta e dal limite dell'area porta avanti i suoi con un diagonale chirurgico. Nel finale i lombardi non rischiano più nulla - anzi sfiorano il raddoppio con una conclusione di Ilicic sventata da Brignoli - e portano a casa i tre punti senza troppi patemi. Il Benevento lotta ma esce dal campo con la quattordicesima sconfitta su quattordici partite. E domenica arriva il nuovo Milan targato Gattuso.

ATALANTA-BENEVENTO 1-0

Rete: st 30' Cristante.

Atalanta: Berisha; Toloi (7' st Ilicic), Caldara, Masiello; Castagne, Cristante, Freuler, De Roon, Hateboer; Gomez (45' st Palomino), Cornelius (15' st Petagna). A disp. Gollini, Gosens, Vido, Orsolini, Kurtic, Mancini, Rossi, Schmidt, Haas. All. Gasperini.

Benevento: Brignoli; Venuti, Djimsiti, Costa, Di Chiara; Chisbah (35' st Memushaj), Del Pinto, Cataldi; Lombardi, Armenteros (1' st Puscas), D'Alessandro (22' st Kanoute). A disp. Belec, Antei, Gyamfi, Gravillon, Viola, Coda, Donnarumma, Brignola. All. De Zerbi.

Note: ammoniti Costa, Venuti (B), De Roon (A). Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Genoa vs Atalanta

Atalanta corsara a Marassi: Ilicic e l'ex Masiello stendono Genoa

Tre punti fondamentali per i la banda Gasperini, mai sconfitto contro la sua ex squadra, in chiave rincorsa all'Europa

Udinese - Benevento

Serie A, Udinese vola con effetto Oddo: 2-0 al Benevento

Finita l'euforia del punto guadagnato con il Milan, la squadra di De Zerbi torna Cenerentola

Benevento - Milan

Benevento, Brignoli è l'eroe del giorno: tutti i meme sui social

Il portiere del Benevento segna al 94' contro il Milan: è il primo punto in Serie A per la squadra e lui è per un giorno eroe nazionale