Lunedì 04 Gennaio 2016 - 13:30

Crisi, Renzi: Italia è ripartita, basta pensarla col cappello in mano

Il premier torna a sottolineare i successi del Paese e le prospettive di crescita

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi

Roma, 4 gen. (LaPresse) - "L'Italia è tornata e mantiene gli impegni, anche se qualcuno non si è ancora liberato dell'ansia italica dei compiti da fare a casa. Noi non vogliamo venir meno alle regole che ci siamo dati: chiediamo solo il rispetto di quelle regole. E bisogna smetterla di pensare a un'Italia sempre con il cappello in mano". Lo afferma il premier Matteo Renzi intervistato dalla Stampa. In risposta ai dati Eurostat che fotografano una Italia in affanno, il presidente del Consiglio non ha dubbi: "Abbiamo avuto tre anni di recessione sconosciuta in altri Paesi. Pensi al nostro Pil: -2,3 con Monti, -1,9 con Letta e con me -0,4 l'anno scorso. Quest'anno siamo cresciuti dello 0,8%, nel 2016 lo faremo del doppio".  "L'Italia è ripartita - sostiene Renzi -, siamo fuori dal pantano del 2013. Il Paese riparte, ripartono i mutui, l'edilizia, c'è ottimismo tra i consumatori".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

MANTOVA - MILANO

Ok del Consiglio di Stato a direttori stranieri nei musei italiani

Il caso era stato sollevato per la nomina di un cittadino austriaco a direttore del Palazzo Ducale di Mantova

Migranti, Matteo Salvini a Tripoli

Migranti, Italia e Libia d'accordo: "Gli hotspot ai confini sud libici"

L'incontro tra Salvini e il vicepremier di Tripoli, Maitig. Entrambi contrari a organizzarli in territorio italiano o libico

Sede del Partito Democratico - Conferenza stampa di Maurizio Martina e Matteo Ricci

Comunali, è festa gialloverde. Martina: "Ricostruire Pd con umiltà"

Le reazioni della politica dopo gli esiti dei ballottaggi