Sabato 17 Dicembre 2016 - 20:00

Crisi in Campidoglio, Frongia e Romeo verso l'addio: Raggi tenta la mediazione

Il vicensindaco e il capo della segreteria della sindaca potrebbero lasciare dopo l'arresto di Raffaele Marra

Crisi in Campidoglio, Frongia e Romeo verso l'addio: Raggi tenta la mediazione

Virginia Raggi potrebbe rinunciare a Daniele Frongia e Salvatore Romeo, rispettivamente vicesindaco e capo della segreteria della sindaca di Roma. E' quanto si apprende dalla riunione da poco conclusasi a palazzo Valentini, tra Raggi e i membri della maggioranza in Campidoglio, dopo l'arresto di Raffaele Marra, braccio destro del primo cittadino.

MARINO: RAGGI COMMISSARIATA? FERITA A DEMOCRAZIA. "Io non sono un fan del governo Cinque Stelle ma il 'commissariamento' della Raggi sarebbe un'ulteriore ferita alla democrazia con un comico di successo che da Genova indica la composizione della Giunta di Roma". Lo dice l'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, a 'Otto e Mezzo' su La7. "Allora perché andare a votare se alla fine decidono il segretario del Pd (nel caso di Marino, ndr)) o un comico che viene da Genova?". La Raggi si deve dimettere se 'commissariata' dai vertici Cinque Stelle? Una persona con dignità personale se le dicono 'non puoi decidere' o ti cambiano la squadra non dovrebbe dimettersi ma appellarsi a chi la ha eletta per una manifestazione di sostegno" ha aggiunto l'ex sindaco.
 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

"Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità"

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra