Giovedì 28 Luglio 2016 - 17:45

Crimea accusa Google: Aggiorna mappe con toponimi vicini a Kiev

Il presidente Axiónov: "Difficile capire perché promuova l'isteria 'russofobica' dell'Ucraina"

Crimea accusa Google: Aggiorna mappe con toponimi vicini a Kiev

Le autorità della Crimea hanno accusato Google Maps di aver cambiato i nomi delle strade della città in linea con la politica ucraina di vietare ogni riferimento al passato sovietico. "È difficile capire perché Google promuova l'isteria 'russofobica' di Kiev", ha dichiarato il presidente di Crimea, Serguéi Axiónov, spiegando che, assecondando l'Ucraina, "Google confonde gli utenti con l'introduzione di un prodotto di propaganda invece che una mappa con i veri nomi delle città di Crimea". 

LEGGI ANCHE Ucraina dichiara Berlusconi persona non gradita dopo la sua visita in Crimea

Gli utenti, ha proseguito, non hanno bisogno di "geografia politica", ma di essere aiutati a orientarsi in un territorio, quello di Crimea, annesso alla Russia dal marzo 2014.  Axiónov ha quindi accusato l'Ucraina di "russofobia cavernicola" per cercare di  "distruggere tutto ciò che ricorda la storia comune tra l'Ucraina e la Russia".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%