Giovedì 05 Gennaio 2017 - 14:45

Cresce la paura in Turchia: esplosioni e spari a Smirne

Due assalitori sono stati uccisi, un terzo è in fuga. Tensione altissima dopo la strage di Capodanno a Istanbul

Cresce la paura in Turchia: esplosioni e spari davanti al tribunale di Smirne / VIDEO

La Turchia non conosce pace, dopo la strage di Capodanno a Instabul. Un'esplosione si è verificata vicino al tribunale di Smirne e almeno tre persone sono rimaste ferite. Due assalitori, armati con kalashnikov e granate, sono stati uccisi dalla polizia dopo uno scontro a fuoco. Un terzo assalitore sarebbe in fuga. Una decina di persone sono rimaste ferite, fra cui due poliziotti. L'esplosione è stata causata da un'autobomba. Tra i morti ci sono un poliziotto e un dipendente del tribunale. Il governatore di Smirne, Erol Ayyildiz, ha dichiarato che in base agli elementi a disposizione sinora sembra che l'attacco sia riconducibile al Pkk. "Uno scontro si è verificato dopo che i nostri poliziotti hanno voluto fermare un'auto a un posto di blocco di fronte al tribunale Bayrakli. In quello scontro, i terroristi hanno fatto detonare l'autobomba mentre tentavano di fuggire", ha detto Ayyildiz in interviste in diretta tv. 

La tensione è altissima dopo l'assalto alla discoteca Reina, rivendicato dallo Stato islamico, in cui hanno perso la vota 39 persone. Le ricerche del killer si concentrano su diverse famiglie originarie dell'Asia centrale, i cui componenti sono stati arrestati proprio a Smirne. Il vicepremier Veysi Kaynak ha dichiarato che l'attentatore è presumibilmente un cinese uiguro e la Turchia ha determinato i suoi possibili nascondigli e collegamenti. Secondo un altro vice primo ministro turco, Numan Kurtulmus, servizi di intelligence stranieri potrebbero aver avuto un ruolo nell'organizzazione della strage.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.

Papa Francesco Incontro con le Autorità, con la Società civile di Santiago

Cile, Papa chiede perdono per scandali pedofilia: "Vergogna, non si ripeta"

Il pontefice parlando alle autorità cilene nel Palacio de la Moneda di Santiago su decenni di episodi perpetrati da sacerdoti

Verginità all'asta per pagarsi gli studi: 18enne italiana raccoglie 1 milione di euro

Vuole studiare a Cambridge, acquistare una casa e viaggiare: perciò ha preso la decisione di vendersi sul web. The Sun l'ha sentita e assicura che non è un falso