Mercoledì 13 Gennaio 2016 - 13:00

Costa Concordia 4 anni dopo: ancora in corso lo smantellamento

Dopo la tragedia, in cui morirono 32 persone, la carcassa della nave rimase davanti al Giglio per oltre due anni

Il relitto della Costa Concordia

Esattamente 4 anni fa si verificò la tragedia dell'isola del Giglio. La Costa Concordia, gigante del mare della Costa Crociere, alle 21.45 urtò gli scogli delle Scole davanti all'isola toscana, a causa del cosiddetto 'inchino'. Francesco Schettino era comandante della nave, oltre 4mila le persone si trovavano a bordo, 32 i morti. A quattro anni di distanza una parte della nave da crociera, la maggiore quanto a tonnellaggio mai naufragata, deve essere ancora smantellata. La carcassa della Concordia rimase davanti al Giglio per oltre due anni, fino a quando, dopo le pratiche di raddrizzamento, non fu spostata al porto di Genova per la sua lenta demolizione.

Loading the player...

In seguito al naufragio fu avviato a Grosseto un processo titanico, nel quale il comandante della nave, Francesco Schettino, ha dovuto rispondere alle accuse di omicidio colposo plurimo, lesioni colpose, naufragio e abbandono di nave. L'11 febbraio 2015 Schettino è stato condannato in primo grado a 16 anni di reclusione, per omicidio plurimo colposo e lesioni colpose, per naufragio colposo e abbandono della nave.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ITALY-ACCIDENT

Genova, rabbia contro funerali di Stato: "No alle passerelle dei politici"

Sono 17 le famiglie che hanno optato per le esequie in forma privata: "I nostri figli non diventeranno un numero nell'elenco dei morti causati dalle inadempienze italiane"

Forte scossa di terremoto in Molise: epicentro a Montecilfone

Notte di scosse in Molise. La terra trema anche nelle Marche

Tanta paura, ma pochi danni. Alle 6 di mattina terremoto di magnitudo 2.6 sulla costa marchigiana anconetana

Preti pedofili in Pennsylvania, Santa Sede: "Dolore e vergogna"

Sono atti che "hanno tradito la fiducia e hanno rubato alle vittime la loro dignità e la loro fede"

Terremoto di magnitudo 5.2 in Molise. Piccoli crolli, paura

Avvertito nel Lazio, in Campania, in Abruzzo, nelle Marche e in Puglia. Paura ma nessun danno alle persone