Lunedì 03 Ottobre 2016 - 07:30

Cosenza, truffa all'Inps con assunzioni 'fantasma': 364 denunce

Il danno alle casse dello Stato ammonta a circa un milione di euro

Cosenza, truffa all'Inps con assunzioni 'fantasma': 364 denunce

Le fiamme gialle della compagnia della guardia di finanza di Rossano, coordinate dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno scoperto una truffa perpetrata da un’impresa ai danni dell'Inps attraverso 359 assunzioni 'fantasma', con danno alle casse dello Stato di oltre un milione di euro.

Al centro della truffa la presentazione all’ente previdenziale di falsi documenti dal 2010 al 2012, che ha permesso di ottenere la liquidazione di somme relative a indennità di disoccupazione per un importo di circa 550mila euro ed indennità di maternità e malattia per circa 450mila euro.

In particolare la società ha denunciato all'Inps 38.300 false giornate di lavoro effettuate su terreni di cui non aveva mai avuto la disponibilità, attestandone l’utilizzo attraverso il deposito di falsi contratti di comodato.

Sono 359 gli inesistenti lavoratori, tra i quali anche soggetti già noti alle forze dell’ordine e gravati da numerosi precedenti penali, denunciati all’autorità giudiziaria assieme agli amministratori e promotori della truffa, per un totale di 364 denunce. Gli amministratori sono responsabili anche di illecita somministrazione di manodopera ed omessa tenuta delle scritture contabili obbligatorie.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inaugurazione di 'Inno alla Bellezza' e anteprima dello spettacolo dell'Albero della vita in ex Area Expo

Expo, Anac manda atti a tre Procure

Evidenziate anomalie nella maggior parte delle 25 procedure analizzate

Brescia, Processo d'appello per Massimo Bossetti

Caso Yara, test dna che inchioda Bossetti valido, analisi irripetibile

Le motivazioni della sentenza con cui i giudici hanno condannato all'ergastolo il muratore di Mapello

Milano, in Centrale camper della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne

#QuellaVoltaChe, su Twitter le donne raccontano le molestie subite

L'hashtag è stato lanciato dalla scrittrice Giulia Blasi e sta riunendo i racconti di centinaia di italiane