Giovedì 22 Giugno 2017 - 11:15

La Corte di Strasburgo condanna di nuovo l'Italia per i fatti della Diaz

Sugli eventi del 2001 rileva una violazione dell'articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo

Corte Strasburgo condanna di nuovo Italia per fatti Diaz e leggi inadeguate tortura

Ancora una condanna all'Italia per i fatti della scuola Diaz durante il G8 di Genova da parte della Corte europea per i diritti dell'uomo. Secondo i giudici le leggi italiane non sono adeguate a punire, e ancora prima, a prevenire gli atti di tortura perpetrati dalle forze dell'ordine. Nel dettaglio, per quanto riguarda i fatti avvenuti nella notte tra il 20 e 21 luglio 2001 nella scuola Diaz ai danni di 42 persone, la Corte di Strasburgo rileva un'ulteriore violazione dell'articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo (Cedu) che impone il divieto di tortura e di trattamenti inumani o degradanti.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Presunti abusi nel collegio dei chierichetti: il Vaticano apre una nuova indagine

Nuova inchiesta sul preseminario 'San Pio X'. Il tema scottante affrontato nel nuovo libro di Nuzzi

Sole e nuvole nel weekend: il meteo del 18 e 19 novembre

Le previsioni per sabato e domenica. Allerta arancione in Calabria

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Taranto, carabiniere uccide sorella, cognato e padre e si spara: è grave

La tragedia è avvenuta in una strada centrale del paese, a Sava. Lite in famiglia: il militare è in fin di vita

Papa Francesco all'Udienza Generale del mercoledi' in Piazza San Pietro

Papa: "La scienza ha dei limiti da rispettare. Serve responsabilità etica"

Il pontefice: "Tutti devono beneficiare del diritto alla tutela della salute"