Mercoledì 09 Marzo 2016 - 06:45

Corea del Nord, testate nucleari miniaturizzate pronte all'uso

Il leader Kim Jong Un ha confermato che le testate nucleari sono state standardizzate per essere montate sui missili balistici"

Kim Jong Un, leader nordcoreano

Il leader  della Repubblica Popolare Democratica di Corea Kim Jong Un ha dichiarato che testate nucleari in possesso del suo paese "sono state standardizzate per essere montate sui missili balistici" attraverso la miniaturizzazione. A riferirlo è stata l'agenzia di stampa ufficiale Kcna. Il leader lo ha confermato dopo l'incontro con gli scienziati e i tecnici specializzati nello sviluppo di armi nucleari, dando istruzioni su come sviluppare ulteriormente l'arsenale nucleare del paese.

Kim ha detto che la missione principale per le forze nucleari della Corea del Nord è quello di impedire una guerra nucleare, aggiungendo che maggiore è la capacità nucleare del paese, più potente sarà la forza nordcoreana nel dissuadere l'aggressione e le guerre nucleari. "Iil modo più giusto e affidabile di proteggere il paese dal disastro di una guerra nucleare è quello di rinforzare la capacità nucleare sia in termini di qualità sia di quantità" ha riferito il leader nordcoreano.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

AFGHANISTAN-UNREST-BLAST

Afghanistan, kamikaze contro scuola in zona sciita: almeno 37 morti

Sono per la maggior parte studenti. Nessun gruppo ha rivendicato la violenza

EGYPT-UNREST-CHURCH-ATTACK

Sudan, naufragio sul Nilo: muoiono 22 bambini e una donna

La barca è affondata a causa di un guasto al motore

La nave Aquarius torna in mare a Marsiglia

Aquarius attracca a Malta: migranti accolti anche dall'Italia

Dopo tre giorni di attesa in mare, la nave dell'Ong arriva al porto di La Valletta: dei 141 a bordo 67 sono minori non accompagnati

Israele, Benjamin Netanyahu in conferenza stampa

Distensione in Medioriente: Israele riapre passaggio merci verso Gaza

Segnale di temporaneo disgelo tra le parti in conflitto. Ma la tregua vera è ancora lontana