Martedì 02 Gennaio 2018 - 22:45

Coppa Italia, Napoli ko. L'Atalanta va con Papu e Castagne: 1-2

Grande partita dei bergamaschi di Gasperini che sbancano il San Paolo. Mertens accorcia nel finale

Napoli - Atalanta

Bastano due gol all'Atalanta di Gasperini per battere il Napoli e raggiungere la semifinale di Coppa Italia: finisce 2-1 il match del San Paolo, gara decisa dalle reti di Castagne e Gomez; inutile quella di Mertens allo scadere, con gli azzurri che abbandonano la competizione ai quarti con grande rammarico dei 30mila tifosi presenti a Fuorigrotta.

RETI INVIOLATE. Parte subito forte la squadra di casa, che sfiora il vantaggio già al 7' con Callejon, ma il suo diagonale di sinistro è deviato bene in angolo da Berisha; ma l'Atalanta non sta a guardare e col passare dei minuti avanza il proprio baricentro rendendosi pericolosa dalle parti di Sepe prima con Palomino e poi con Toloi, con la difesa azzurra che chiude bene lo specchio della porta. La partita scorre piacevole, con azioni da una parte e dall'altra: alla mezz'ora ci prova il Napoli prima con Ounas (rovesciata di poco fuori) e poi con Zielinski, che manca il tap-in di pochi centimetri dopo un bel contropiede. Poi è il momento dell'Atalanta che sfiora il gol prima con Gomez (colpo di testa parato da Sepe) e poi con Cornelius, la cui conclusione di sinistro finisce alta sopra la traversa e risultato che resta di 0-0 fino al fischio di Giacomelli.

SUBITO CASTAGNE. Nessun cambio nelle due squadre nel secondo tempo, ma al minuto 49' ecco la doccia fredda per la squadra di Sarri: Gomez supera in velocità Hysaj, crossa al centro per Cornelius che calcia trovando il muro di Mario Rui, la palla poi giunge sui piedi di Castagne che da pochi passi buca Sepe con un destro potente che vale l'1-0 per l'Atalanta.

Il gol subito spinge Sarri ad anticipare i cambi e infatti nel giro di un quarto d'ora entrano prima Insigne e Mertens, rispettivamente al posto di Hamsik e Callejon, e poi il brasiliano Allan al posto di Ounas; ma i minuti passano e il Napoli non riesce a trovare il varco giusto per pungere gli avversari, con la squadra di Gasperini che si difende con ordine e grande applicazione tattica.

BOTTA E RISPOSTA. E come se non bastasse al minuto 81 l'Atalanta trova anche il 2-0 con una magia del Papu Gomez, che brucia Chiriches in velocità e fredda Sepe con un gran sinistro che vale il raddoppio atalantino. In questo caso il portiere ex Empoli non è perfetto nell'intervento.

La partita sembra ormai chiusa, ma al minuto 84' Mertens approfitta di una dormita della coppia Caldara-Palomino e di testa trova l'insperato 1-2 che riapre parzialmente il match; gli azzurri provano il forcing sul finale, ma non trovano il varco per il pari e la gara che si chiude sull'1-2, risultato che elimina i partenopei e lancia l'Atalanta in semifinale, dove troverà la vincente del derby tra Juventus e Torino, impegnate domani sera all'Allianz Stadium nell'altro quarto di Coppa Italia.

Gasperini -

Dopo la partita, Gasperini fa il modesto e chiama in causa la tradizione favorevole: "Se ho trovato l'antidoto per affrontare il Napoli? Ma no, contro di loro sono sempre state partite equilibrate. Poi è vero, col Napoli ho una lunga tradizione positiva che parte dal campionato di Serie B, questo è un campo che spesso mi ha portato fortuna. Abbiamo giocato una buona gara, questo è certo, meritando la vittoria".

Sarri - L'allenatore del Napoli respinge la questione della rosa "ristretta": 

"Se il Napoli ha la rosa corta? Mah, io non sono per le rose molto ampie. Di solito nelle squadre giocano soltanto 15-16 giocatori, mentre gli altri molto poco. Anche all'estero non c'è tutta questa ampiezza di rosa, segno che la tendenza è ormai quella di avere un blocco di titolari affidabili e alcune riserve valide che subentrano nel corso della stagione".

NAPOLI -ATALANTA 1-2

Reti: Castagne 50' (A), Gomez 81' (A), Mertens 84' (N)

NAPOLI (4-3-3) - Sepe; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Rog, Diawara, Hamsik (dal 56' Insigne); Ounas (dal 72' Allan), Callejon (dal 56' Mertens), Zielinski. A disp.: Reina, Rafael, Maggio, Albiol, Tonelli, Scarf, Jorginho, Leandrinho. All. Maurizio Sarri

ATALANTA (3-4-1-2) - Berisha; Toloi, Caldara, Palomino; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante (dal 75' Ilicic); Gomez (dal 90' Haas), Cornelius (dal 82' Petagna). A disp: Rossi, Gollini, Masiello, Orsolini, Vido, Mancini, Hateboer, Spinazzola, Schmidt. All.: Gian Piero Gasperini

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Freuler (A), Koulibaly (N), Rog (N), Caldara (A), Toloi (A)

Scritto da 
  • Vincenzo Guarcello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Calcio, notte di festa a Napoli tra cori e fuochi: in 15mila a Capodichino

Tanti tifosi nelle strade a cantare a squarciagola per festeggiare l'1-0 contro la Juventus

Juventus vs Napoli

Le pagelle di Juve-Napoli. Koulibaly più alto di tutti

Tra i bianconeri si salvano in pochi. Disastro Dybala. Azzurri tutti (tranne Mertens) sopra la sufficienza. Bravi Sarri e Rocchi

Atalanta - Torino

EuroAtalanta va: battuto Toro, Milan scavalcato al sesto posto

Successo preziosissimo e meritato per la banda Gasperini, che passa in vantaggio con Freuler, subisce il pari granata di Ljajic e trova il gol-vittoria con Gosens