Mercoledì 20 Dicembre 2017 - 22:45

Coppa Italia, con Dybala e Higuain la Juve supera il Genoa

I bianconeri ai quarti con il Torino. Il giovane fantasista argentino segna un gol molto bello. Dato e tolto col var un rigore al Genoa

Juventus vs. Genoa - Tim Cup 2017 2018

Un gol per tempo di Paulo Dybala e Gonzalo Higuain consentono alla Juventus di superare il Genoa 2-0 all'Allianz Stadium e di qualificarsi per i quarti di finale della Coppa Italia. Il prossimo 3 gennaio i bianconeri affronteranno sempre fra le mura amiche il Torino in un derby dal grande fascino.

Buone notizie per Allegri in vista del big match di campionato in programma sabato contro la Roma: prima di tutto il ritorno al gol di Dybala, che mancava da oltre un mese. Quindicesimo centro stagionale per la Joya che è sembrato in crescita rispetto alle ultime uscite. Dopo la rete Dybala ha esultato rivolgendosi alla tribuna e abbracciando i compagni in panchina. L'altra buona notizia, oltre al dodicesimo gol in stagione di Higuain, è la settima partita di fila senza subire gol, a dimostrazione di una ormai ritrovata solidità difensiva. Unico neo il leggero calo di tensione in avvio di ripresa, che poteva costare caro.

 

Il Genoa, che si è limitato per lo più a difendersi, non ha sfruttato le poche chance concesse dai bianconeri. Troppo poco per sperare di espugnare l'Allianz Stadium.

Dopo due panchine consecutive e il contorno di voci e polemiche, Dybala si riprende una maglia da titolare. Nel 4-3-3 scelto da Allegri che attua un ampio tournover in vista della Roma, la Joya è il centravanti, una sorta di 'falso nueve', con al fianco Douglas Costa e Bernardeschi. A centrocampo si rivede anche Marchisio. Diverse novità anche tra i rossoblu di Ballardini, che si affidano alla coppia d'attacco Centurion-Galabinov, con Giuseppe Rossi in panchina.

Nel primo tempo Juve subito padrona del campo, con un Bernardeschi in bella evidenza. L'ex attaccante della Fiorentina si muove molto, prova spesso il duetto con Dybala ed è molto bravo nel cercare gli inserimenti in area di compagni. Il Genoa è molto compatto, sempre pronto a raddoppiare sui portatori di palla e a ripartire con la velocità di Laxalt sulla sinistra. Il muro rossoblu davanti l'area di rigore però è difficile da scalfire senza un centravanti di peso e senza gli inserimenti dei centrocampisti. La prima occasione dei bianconeri arriva così in contropiede con Bernardeschi che serve Douglas Costa tutto solo in area, ma il diagonale mancino del brasiliano viene deviato in angolo da Lamanna.

Alla mezzora ci prova anche Bernardeschi con un sinistro da posizione defilatissima che termina sull'esterno della rete. Poi grande occasione fallita da Dybala, che cicca di sinistro da centro area un perfetto assist di Douglas Costa. Dopo una punizione di Bernardeschi deviata in angolo da Lamanna, al 42' la Juve passa con uno splendido sinistro a giro rasoterra di Dybala dal limite: nulla da fare per Lamanna. Nella ripresa la Juventus entra in campo senza la stessa concentrazione della prima frazione e il Genoa prova subito ad approfittarne.

I rossoblu di Gasperini sfiorano a più riprese il gol del pareggio, in particolare quando Barzagli sbaglia un disimpegno e serve inavvertitamente Centurion in ottima posizione. L'attaccante argentino però si allunga troppo e spreca. Dopo un altro paio di buone occasioni per il Genoa con Galabinov, Allegri corre ai ripari e manda in campo Higuain per Douglas Costa. La Juve, anche per le urla del suo allenatore in panchina, si scuote e sfiora il raddoppio con Sturaro, prima di chiudere la partita al 76' proprio con il Pipita che fulmina Lamanna con un destro potente dal limite su assist di Dybala.

Il finale regala ancora emozioni, quando l'arbitro prima fischia un rigore per il Genoa per un contatto in area fra Asamoah e Pellegri, poi, con il supporto del Var, torna sui suoi passi. In realtà, il rigore sembrava pacifico perché Asamoah ha letteralmente travolto il ragazzo genoano. Sul dischetto era già pronto a calciare Pepito Rossi, entrato da pochi minuti per il suo esordio ufficiale in maglia rossoblu. Per l'ex attaccante della Fiorentina un ritorno in campo dopo un lungo stop (8 mesi) per infortunio, in casa Genoa è sicuramente la notizia migliore della serata

JUVENTUS-GENOA 2-0

RETI: 42' Dybala (J), 76' Higuain (J).

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Lichtsteiner (73' Chiellini), Barzagli, Rugani, Asamoah; Marchisio, Bentancur, Sturaro; Douglas Costa (61' Higuain), Dybala, Bernardeschi (86' Matuidi). A disp. Pinsoglio, Loria, Benatia, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Pjaca. All. Allegri.

GENOA (3-5-2): Lamanna; Biraschi, Rossettini, Gentiletti; Lazovic (62' Ricci), Omeonga, Cofie, Brlek, Laxalt; Centurion (72' Pellegri), Galabinov (77' Rossi). A disp. Landre, Palladini, Rodriguez, Salcedo Mora, Zima. All. Ballardini.

Arbitro: Maresca.

NOTE: ammoniti Bentancur (J), Lichtsteiner (J), Gentiletti (G), Galabinov (G), Pellegri (G), Ricci (G).

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Juve verso il Chievo, Allegri: "Ronaldo valore aggiunto, curioso per l'esordio"

Il mister saluta Marchisio: "Grande giocatore e grande uomo". E sulla Champions: "Chissa che quest'anno non tocchi a noi"

Juve, l'addio di Marchisio è una storia scritta tanti mesi fa

Una fine annunciata, ma destinata comunque a far discutere

SOCCER: JUL 28 International Champions Cup - SL Benfica v Juventus F C

Marchisio rescinde contratto con la Juve: addio al club dopo 25 anni

Ufficiale: il 'Principino' lascia i bianconeri

La Juventus a Villar Perosa per la classica amichevole in famiglia

Juve, si avvicina l'esordio col Chievo: Dybala e Douglas Costa con CR7

Attesa per la prima partita ufficiale di Cristiano Ronaldo con la maglia bianconera: sabato alle 18 il fischio d'inizio