Domenica 03 Luglio 2016 - 00:15

Conte: Lascio perché mi son sentito solo a fare la guerra

"Mi dispiace soprattutto per i ragazzi" ha sottolineato il tecnico salentino

Conte: Con la Nazionale non è un addio ma un arrivederci

"La decisione di lasciare è stata presa in anticipo, non nego che avrei voluto continuare ma di fronte ad alcuni fatti non ho potuto soprassedere. Anche perché non vedevo nessuno al mio fianco, ho dovuto fare da solo la guerra. Mi sono sempre battuto per la Nazionale, non per me". Lo ha detto Antonio Conte, ct della Nazionale, nel corso della conferenza stampa dopo la sconfitta ai rigori contro la Germania nei quarti di finale di Euro 2016. "E' passato questo messaggio perché a qualcuno non piacevo, non mi sono mai sentito appoggiato da nessuno. Solo il presidente mi è stato sempre vicino, ma i presidenti arrivano fino a un certo punto. mi dispiace lasciare, ma si lascia una traccia indelebile che mi auguro possa dare dei frutti", ha aggiunto.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milan vs Hellas Verona - Coppa Italia 2017/2018

Calcio, Milan fra caso Donnarumma e sentenza Uefa. Tifosi contro Raiola

l giovane portiere campano contestato dai supporters. Il club fa quadrato intorno al suo numero 1

Sturaro e la lite su Instagram con un dodicenne: "Ritardato"

Bufera sul calciatore della Juve dopo una lite dai toni molto accesi con un piccolo tifoso napoletano

Champions. Real Madrid V Borussia Dortmund

Pallone d'Oro: 5° trionfo per Ronaldo, raggiunto Messi

Il campione portoghese è stato premiato a Parigi. "Lavoro ogni anno per questo obiettivo"

Londra, presentazione logo e programma Europei 2020

Europei 2020, si giocherà a Roma la partita inaugurale

L'annuncio Uefa accolto con entusiasmo da Lotti e Raggi: "Una splendida notizia"