Martedì 20 Giugno 2017 - 19:00

Consip, Senato dà l'ok a mozione Zanda, no a quelle di Mdp e Lega

Parere favorevole anche alla mozione a prima firma Augello per il rinnovo dei vertici

Senato - Discussione mozioni su caso Consip

L'aula del Senato ha approvato la mozione a prima firma Augello per il rinnovo dei vertici Consip. Parere favorevole anche a quella a prima firma Zanda con 185 sì 76 no e 5 astenuti. Bocciata invece le mozioni di Mdp, Si e Lega.

All'inizio della discussione il presidente del Senato Pietro Grasso aveva dichiarato "improponibile l'impegno 1 della mozione Gotor", di Mdp che impegna il Governo "a valutare la sospensione delle deleghe al Ministro per lo sport Luca Lotti fino al chiarimento della vicenda che lo vede coinvolto, perché il Governo deve potere operare al riparo da ombre su comportamenti non irreprensibili dei suoi componenti, per portare avanti i suoi impegnativi obiettivi".

LEGGI ANCHE Consip, in Senato si discutono le mozioni. Pd: Rinviare dibattito

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

Pd, Renzi 'indisponibile' a confronto con Di Maio. Gentiloni e Zingaretti attesi a Ravenna

La festa dell'Unità si terrà in Emilia dal 24 agosto al 10 settembre. È già polemica sull'invito al vicepremier pentastellato

Governo, festa M5s. Grillo suona la campanella

Beppe Grillo compie 70 anni. M5S lo omaggia: "Paziente 0 che ha diffuso virus"

Il fondatore del blog scherza su Twitter: "Vi aspetto su Marte per il Movimento 6 Stelle! Siamo oltre!"

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito