Martedì 20 Giugno 2017 - 19:00

Consip, Senato dà l'ok a mozione Zanda, no a quelle di Mdp e Lega

Parere favorevole anche alla mozione a prima firma Augello per il rinnovo dei vertici

Senato - Discussione mozioni su caso Consip

L'aula del Senato ha approvato la mozione a prima firma Augello per il rinnovo dei vertici Consip. Parere favorevole anche a quella a prima firma Zanda con 185 sì 76 no e 5 astenuti. Bocciata invece le mozioni di Mdp, Si e Lega.

All'inizio della discussione il presidente del Senato Pietro Grasso aveva dichiarato "improponibile l'impegno 1 della mozione Gotor", di Mdp che impegna il Governo "a valutare la sospensione delle deleghe al Ministro per lo sport Luca Lotti fino al chiarimento della vicenda che lo vede coinvolto, perché il Governo deve potere operare al riparo da ombre su comportamenti non irreprensibili dei suoi componenti, per portare avanti i suoi impegnativi obiettivi".

LEGGI ANCHE Consip, in Senato si discutono le mozioni. Pd: Rinviare dibattito

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Elezioni Politiche - I simboli dei partiti depositati al Viminale

Elezioni, programmi a confronto: le promesse dei partiti da meno tasse a più lavoro

A poco più di 40 giorni dal voto, i leader tentano fughe in avanti per differenziarsi dai competitors. Ma in realtà le proposte degli schieramenti non sono poi così distanti

Milano, assemblea circoli Pd

Burioni dice no a Renzi: "Non mi candido, ma la mia lotta continua"

Il medico e volto della campagna pro vaccini: "Combatterò per la verità contro le bugie fuori dal Parlamento". E agli elettori: "Evitate i cialtroni"

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Elezioni, Renzi: "Flat tax fa pagare meno tasse a miliardari come Berlusconi e Grillo"

Parlando dei suoi avversari politici ha aggiunto: "Noi non possiamo dialogare con forze populiste"

Presentazione del programma di governo del M5s al Villaggio Rousseau di Pescara

Elezioni, Di Maio. "Se non avrò i numeri farò appello a tutti i partiti"

E rispondendo al premier Gentiloni: "È il Pd a non avere i numeri. Così fa endorsement a Berlusconi"