Domenica 21 Maggio 2017 - 19:30

Consip, Legnini: Fughe notizie? Colpa di pm o polizia giudiziaria

Il vicepresidente del Csm si dichiara concorde con Gratteri

Consip, Legnini: Fughe notizie dipendono da pm o polizia giudiziaria

"Ha ragione Gratteri, che è un grande magistrato ma con cui non sempre sono d'accordo" a proposito delle fughe di notizie sulla vicenda Consip, delle quali sarebbero responsabili i pm titolari delle indagini o la polizia giudiziaria. Il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri aveva osservato che "quando c'è una violazione, una fuga di notizie, esce o dalla Procura o dalla polizia giudiziaria. E, in genere, quando la polizia giudiziaria fa la fuga di notizie, c'è quanto meno una sorta di silenzio-assenso da parte della Procura. Altrimenti le notizie non escono fuori". Parole con le quali il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Giovanni Legnini, intervistato da Giovanni Minoli su La7, si è detto d'accordo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, assemblea circoli Pd

Burioni dice no a Renzi: "Non mi candido, ma la mia lotta continua"

Il medico e volto della campagna pro vaccini: "Combatterò per la verità contro le bugie fuori dal Parlamento". E agli elettori: "Evitate i cialtroni"

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Elezioni, Renzi: "Flat tax fa pagare meno tasse a miliardari come Berlusconi e Grillo"

Parlando dei suoi avversari politici ha aggiunto: "Noi non possiamo dialogare con forze populiste"

Presentazione del programma di governo del M5s al Villaggio Rousseau di Pescara

Elezioni, Di Maio. "Se non avrò i numeri farò appello a tutti i partiti"

E rispondendo al premier Gentiloni: "È il Pd a non avere i numeri. Così fa endorsement a Berlusconi"

Hotel Nazionale. Pierluigi Bersani partecipa ad un seminario su Giuseppe Dossetti

Bersani: "Parlare con M5s è un dovere, fare un'alleanza è tutto un altro film"

L'esponente di Leu parla a Radio Capital delle possibili alleanze con Berlusconi e Di Maio