Domenica 12 Giugno 2016 - 15:30

Comunali Napoli, Area Riformista Pd: Sosteniamo de Magistris

"Spettacolo indecoroso da vertici provinciali, è la cartina di tornasole del partito a Napoli"

Luigi de Magistris

Napoli, 12 giu. (LaPresse) - "Lo spettacolo indecoroso che ha offerto alla nostra base l'assemblea provinciale del Pd di venerdì è la cartina di tornasole della crisi profonda del partito a Napoli. Ci saremmo aspettati le immediate dimissioni del gruppo dirigente provinciale dopo le parole del segretario nazionale Matteo Renzi, invece si è continuato a fare finta di nulla". E' quanto dichiara Area Riformista sul Pd, dopo un articolo pubblicato sul Mattino che, a detta degli interessati, attribuisce erroneamente alla corrente alcune dichiarazioni.

"Dalle dichiarazioni anche delle ultime ore di autorevoli esponenti del partito - prosegue la nota di Area Riformista -, sembra che l'intenzione sia quella di perdere tempo e rimandare le decisioni. Ma questo non è più possibile. È evidente a tutti che il Pd a Napoli non ha una linea politica: perciò chiediamo la convocazione di un congresso straordinario per fare in modo che i nostri iscritti e i nostri circoli, la parte più sana e genuina del Pd, possano autodeterminarsi per avviare una nuova stagione di rinnovamento nel partito". "Un partito che non può non stare nel centrosinistra: anche per questo domenica 19 sosterremo l'unico candidato di sinistra presente in campo: Luigi de Magistris".
 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Senato - ddl sul biotestamento

Elezioni, Camere sciolte prima di Capodanno. 4 marzo possibile election day

Prende quota la scelta di un unico giorno di voto per Politiche e Regionali

Senato - ddl su biotestamento

Biotestamento, giovedì ok finale e sarà legge. Ecco cosa prevede

Ha retto l'asse Pd-M5S: i diversi voti a scrutinio segreto che avrebbero potuto modificare la legge sono stati respinti con una maggioranza tra i 144 agli oltre 160 consensi

Presentazione libro di Bruno Vespa "Soli al Comando"

Berlusconi: "Se non c'è maggioranza avanti con Gentiloni, poi voto". E Salvini sospende ogni incontro col Cav

L'ira del leader della Lega: "Voglio spiegazioni sul voto contrario di Fi all'iter veloce per la legge Molteni"