Sabato 09 Aprile 2016 - 18:00

Comunali Milano, Passera ritira candidatura e si allea con Parisi

"La nostra - dice Passera - è una collaborazione che può puntare veramente a vincere fin da subito"

Corrado Passera

Corrado Passera si ritira da candidato a sindaco per il comune di Milano e si allea con il candidato del centro destra Stefano Parisi. "La nostra - dice Passera - è una collaborazione che può puntare veramente a vincere fin da subito".

"Ho accettato il suo invito a unire gli sforzi e rafforzare attraverso la sua lista civica la componente liberale della sua coalizione", aggiunge Passera che poi spiega: "Quello che serve oggi nella coalizione del centrodestra è proprio il rafforzamento della componente di cui noi ci sentiamo portatori. Abbiamo due squadre fortissime che si uniranno".

"Milano - prosegue - deve salvare l'Italia mostrando che si può crescere e diventare una metropoli del 21esimo secolo. Il capoluogo lombardo può essere un modello di aggregazione politica dove altrove non succede".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

È il giorno del referendum in Lombardia e Veneto: 12 milioni chiamati a votare

Dai risultati dipenderà il potere contrattuale dei due presidenti di Regione nell'eventuale trattativa con il governo per ottenere la gestione a livello regionale di materie oggi di competenza centrale

Bankitalia, Renzi mattatore a Firenze: "Esprimere giudizio non è lesa maestà"

Bankitalia, Renzi mattatore a Firenze: "Esprimere giudizio non è lesa maestà"

Il segretario Pd alla festa del quotidiano 'Il Foglio': "Non possiamo arrivare al paradosso che qualcuno è intoccabile, inviolabile, ingiudicabile"

Senato, Paolo Gentiloni riferisce sul prossimo consiglio europeo del 19 e 20 Ottobre

Legge elettorale, 179 proposte di modifica e 160mila firme per cambiarla

La legge elettorale arriverà in aula martedì 24 ottobre

Il Presidente Gentiloni al Consiglio Europeo di Bruxelles

Bankitalia, Gentiloni: "Il governo deve agire nell'interesse del Paese"

Il presidente del Consiglio si dice tranquillo relativamente a "strani incroci populisti" che si possano creare in parlamento sulla vicenda