Domenica 19 Giugno 2016 - 20:00

Comunali, affluenza in netto calo: alle 19 ha votato il 36,56% degli elettori

Dato in picchiata ovunque, tracollo a Napoli dove scende di oltre il 12%

Comunali, affluenza in netto calo: alle 19 ha votato il 36,56% degli elettori

Calo generalizzato dell'affluenza nel turno di ballottaggio per le elezioni dei sindaci di 126 Comuni. A livello nazionale, rispetto a due settimane fa, secondo i dati forniti dal Viminale è andato a votare il 36,56%  degli elettori. Lo stesso dato al primo turno, rilevato sempre alla stessa ora, era attorno al 43,72%. A Torino si è passati dal 41,32% al 39,15%, a Milano dal 42,43% al 39,72%, a Roma dal 39,4% al 34,9%. A Napoli un vero e proprio tracollo: alle 19 di oggi l'affluenza è stata del 25,27, al primo turno il 5 giugno aveva votato il 37,99% degli aventi diritto. Giù anche a Bologna, dove l'affluenza è scesa dal 46,36% al 41,55%, e a Trieste, dal 42,27% al 38,19%.

 Affluenza in calo, a livello nazionale, anche alle 12, quando era del 14,38% rispetto al 16% di due settimane fa. 

Al voto sono chiamati oltre 8 milioni di elettori in 121 Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, 10.000 in Sicilia, e 5 i comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Nuovo vertice Lega-M5S, Salvini: "Chiuso lavoro sul premier, pronti a partire"

Scontro con la Francia sull'Ue. Il leader della Lega replica al ministro Le Maire: "Inaccettabile invasione di campo"

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"

Elezioni Regionali Valle d'Aosta 2018

Regionali in Valle d'Aosta, alle 12 affluenza al 20,93%

In 103mila alle urne per scegliere i consiglieri, che dovranno poi indicare il presidente

Governo, partita del premier al rush finale. Identikit del leader porta a Spadafora

Restano in gioco anche Conte, Roventini, Fraccaro e Bonafede. E Di Maio? Il pentastellato non è ancora uscito di scena, ma si dice pronto al passo indietro