Martedì 11 Ottobre 2016 - 07:15

Colombia, il governo aprirà trattative con l'Eln dal 27 ottobre

Dopo la bocciatura del referendum all'accordo con le Farc

Il presidente colombiano Santos

Il governo della Colombia tornerà sul terreno del dialogo il prossimo 27 ottobre, questa volta con l'ELN (Esercito di liberazione nazionale), il secondo gruppo di guerriglia del paese, nel tentativo di pacificare il suo territorio che ha vissuto un conflitto armato per oltre 50 anni. E lo farà 25 giorni dopo i suoi cittadini in un referendum hanno respinto gli accordi di pace raggiunti con le FARC, i principali guerriglieri colombiani, dopo quattro anni di negoziati.

 Nonostante la recente vittoria del "no" nel referendum del 2 ottobre, che si pensava potesse approvare gli accordi firmati tra il governo e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), l'Esercito di liberazione nazionale ha annunciato a Caracas la sua intenzione di negoziare formalmente con lo Stato colombiano. Il governo del presidente Juan Manuel Santos inizierà a Quito (Ecuador) la fase pubblica di colloqui con l'ELN, una strada già percorsa a L'Avana dal 2012 al settembre scorso con le FARC e che ora vedrà come garanti Cile, Norvegia, Brasile, Cuba e Venezuela.

Scritto da 
  • Stefano Fantino
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona, liberato uno dei 4 arrestati: "Volevamo colpire la Sagrada Familia"

La conferma di Mohamed Houli Chemlal. Un altro imputato resterà in carcere ancora per 72 ore. Negata la cauzione agli altri due

Egitto, da Usa stop a 300mln in aiuti: pochi progressi in diritti umani

Usa, stop a 300mln in aiuti a Egitto: pochi progressi diritti umani

Frustrazione per una nuova legge che regola le organizzazioni non governative

Pamela Anderson si schiera con cetacei: Chiudete Marineland ad Antibes

Pamela Anderson si schiera con cetacei: Chiudete Marineland ad Antibes

Si è fatta immortalare davanti a un manifesto del parco con un cartello dell'associazione animalista Peta

Barcellona, l'arrestato rivela: "Obiettivo era grande esplosione in Sagrada Familia"

Barcellona, l'arrestato: "Obiettivo era esplosione in Sagrada Familia"

Mohamed Houli Chemlal ha dichiarato davanti ai giudici che l'intenzione iniziale del gruppo era compiere un attentato di maggiori dimensioni