Giovedì 03 Agosto 2017 - 16:30

Pisapia e Speranza fanno pace: Assemblea democratica a ottobre

Telefonata di distensione tra il leader di Campo progressista e quello di Mdp: "Progetto ampio e inclusivo"

Pisapia e Speranza si riappacificano: Grande assemblea democratica a ottobre

Dopo l'incontro saltato qualche settimana fa, Roberto Speranza e Giuliano Pisapia tornano a parlarsi. "Abbiamo condiviso la necessità di dare forza e sostanza al progetto avviato il primo luglio a Roma", affermano in una nota stampa comune a seguito di un colloquio avuto oggi. "Il nostro obiettivo - aggiungono - è offrire finalmente una casa ai milioni di elettori di centrosinistra che chiedono discontinuità rispetto alle politiche degli ultimi anni.  L'Italia ha bisogno di un progetto nuovo e aperto, inclusivo, verso il civismo, l'associazionismo laico, cattolico e ambientalista, il volontariato, il mondo del lavoro e delle imprese".

"Per questo stiamo lavorando per dare gambe e fiato alle idee emerse in questi mesi. Ci daremo appuntamento a breve per approfondire la nostra proposta programmatica, aperta anche ad esperienze diverse, e per stabilire un percorso di partecipazione dal basso che vedrà nel mese di ottobre il culmine con una grande assemblea democratica", concludono Pisapia e Speranza.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palazzo Rospigliosi. Convegno "Il Lavoro che cambia"

Bonus giovani, Poletti: "Clausola anti-licenziamenti"

Non ancora definito se gli incentivi assunzione saranno destinati solo agli under 29

Nuovo rimpasto in Campidoglio, via Mazzillo: da Livorno arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia giunta: via Mazzillo, arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia ancora e ha scelto l'assessore della giunta Nogarin che oggi si è dimesso

Vitalizi, Zanda: "Pd non ha nessuna intenzione di insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

Vitalizi, Zanda: "Pd non vuole insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

I pentastellati attaccano: "E' d'accordo il collega Sposetti nell'affossare il testo, ma non può dirlo apertamente"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

"Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità"