Domenica 24 Luglio 2016 - 12:45

Code infinite a Dover per i controlli antiterrorismo

Al porto 14 ore in attesa di verifiche al confine Francia-Inghilterra

Code a Dover

La polizia di frontiera britannica affiancherà quella francese al porto di Dover nei controlli di confine dei veicoli diretti in Francia, dopo che il rafforzamento delle misure di sicurezza a seguito dell'attentato di Nizza ha causato la formazione di code con attese sino a 14 ore. "Viste le pressioni che le organizzazioni incaricate della sicurezza francese affrontano a Dover, abbiamo deciso che la polizia di frontiera britannica affianchi quella francese per ridurre il traffico", ha detto un portavoce di Londra.

I controlli di confine realizzati dalla Francia al porto di Dover, principale via di accesso all'Europa attraverso il canale della Manica, ieri hanno provocato lunghe file di auto con attese che hanno raggiunto le 14 ore. All'origine c'è il gran numero di britannici che si dirigono verso l'Europa continentale per le vacanze estive, ma anche l'aumento delle misure di sicurezza applicate dalle autorità francesi a seguito dell'attentato di Nizza. I gestori del porto di Dover hanno anche avvertito i viaggiatori di lunghe code sulle strade che provengono da Londra, sino a 4,5 ore sulla A20.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

L'informazione fornita dall'agenzia ha permesso di arrestare alcuni terroristi, forse legati all'Isis, che preparavano attentati

Foto tratta dal profilo Twitter

Libano, diplomatica britannica strangolata dopo violenza sessuale

Il suo cadavere è stato trovato sul ciglio di una strada

Igor interrogato in Spagna: "Accetto processo in Italia"

Intanto, è caccia alla rete di complici che hanno concesso a Igor il russo di trasferirsi dall'Italia fino in Spagna