Sabato 18 Giugno 2016 - 14:45

Cinema, Leonardo DiCaprio in tribunale per 'The Wolf of Wall Street'

L'attore sarà al banco dei testimoni nella causa contro produttori del film

Leonardo DiCaprio

Leonardo DiCaprio dovrà testimoniare in tribunale nell'ambito di una causa intentata da Andrew Green, che nel 2014 ha citato in giudizio i produttori del film 'The Wolf of Wall Street', chiedendo un risarcimento di oltre 50 milioni di dollari. Green, infatti, ritiene che il personaggio di Nicky 'Rugrat' Koskoff nella pellicola di Martin Scorsese sia ispirato a lui, ma in un modo ritenuto "diffamatorio". Il giudice Steve Locke, che si occupa della causa, ha già convocato DiCaprio in tribunale, ma la data della sua testimonianza non è stata ancora comunicata. Sono, invece, già stati ascoltati Scorsese e lo sceneggiatore Terence Winter. La storia di 'The Wolf of Wall Street', che ha ricevuto 5 candidature all'Oscar, è basata sull'autobiografia di Jordan Belfort, di cui Andrew Green era un amico di infanzia. Soltanto pochi giorni fa Dana Giacchetto, il broker che ha ispirato DiCaprio nell'interpretazione del protagonista del film, è stato trovato morto nel suo appartamento newyorkese. A causarne il decesso sarebbe stato un abuso di alcol e droga.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Villa Brasini Christmas party

Da Belen a Guendalina Tavassi, le influencer denunciate all'Antitrust

L'Unione Nazionale Consumatori continua a monitorare i profili Instagram che fanno pubblicità

Milano, arriva OFFSide: il festival cinematografico dedicato al calcio

La prima edizione italiana dell'evento dal 25 al 27 maggio presso la Fabbrica del Vapore

Elio e le Storie Tese conduttori per Radio2: arriva "I Cittadini"

Il programma sostituirà "I Provinciali" con Pif e Michele Astori che va in vacanza

Cannes 2018, a Marcello Fonte il Premio come Miglior attore per “Dogman”

Trionfo dell'Italia a Cannes: vincono Rohrwacher e Fonte. La Palma d'oro è giapponese

A "Shoplifters" il massimo riconoscimento del festival. "Dogman" vince la miglior interpretazione maschile, mentre "Lazzaro felice" la miglior sceneggiatura