Giovedì 28 Gennaio 2016 - 20:15

Choc a Napoli, uomo ucciso con due colpi e poi dato alle fiamme

Torna l'incubo delle guerre di Camorra

Auto dei carabinieri a Napoli

Due proiettili in testa, il corpo dato alle fiamme. Torna l'incubo di una guerra di Camorra a nord di Napoli, dove stamattina il cadavere di un uomo, di cui è ancora sconosciuta l'identità, è stato ritrovato in una stradina sterrata in una zona isolata di Grumo Nevano, comune della provincia partenopea. Sul posto i carabinieri e il pm della Dda Catello Maresca. A scoprire il cadavere è stato un carabiniere in pensione, che ha subito dato l'allarme. Secondo gli inquirenti, l'uomo sarebbe stato portato sul posto, ucciso e poi bruciato. Una vera e propria esecuzione, che ricorda quanto avvenuto pochi mesi fa, quando nel Napoletano si registrarono diversi morti carbonizzati legati a faide interne alla camorra dell'hinterland partenopeo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Antimafia, commemorazione del giudice Paolo Borsellino alla biblioteca comunale

Morta Rita Borsellino, sorella di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia

L'europarlamentare si è spenta a 73 anni a Palermo dopo una lunga malattia

Tanti giovani, tante storie spezzate sul ponte crollato

I ragazzi di Torre del Greco, i tre francesi in Italia per un Teknival. I fidanzati che partivano per le vacanze e tanti che andavano al lavoro

Genova, crolla ponte sull’A10

Crollo ponte Morandi, viabilità modificata in Liguria: vie alternative

I milioni di veicoli che ogni anno vi transitavano dovranno utilizzare altri itinerari, appesantendo la rete autostradale

Calano sbarchi, omicidi e rapine, ma Salvini non festeggia

I risultati sulla sicurezza passano in sordina nel giorno di lutto per la tragedia di Genova