Giovedì 28 Gennaio 2016 - 20:15

Choc a Napoli, uomo ucciso con due colpi e poi dato alle fiamme

Torna l'incubo delle guerre di Camorra

Auto dei carabinieri a Napoli

Due proiettili in testa, il corpo dato alle fiamme. Torna l'incubo di una guerra di Camorra a nord di Napoli, dove stamattina il cadavere di un uomo, di cui è ancora sconosciuta l'identità, è stato ritrovato in una stradina sterrata in una zona isolata di Grumo Nevano, comune della provincia partenopea. Sul posto i carabinieri e il pm della Dda Catello Maresca. A scoprire il cadavere è stato un carabiniere in pensione, che ha subito dato l'allarme. Secondo gli inquirenti, l'uomo sarebbe stato portato sul posto, ucciso e poi bruciato. Una vera e propria esecuzione, che ricorda quanto avvenuto pochi mesi fa, quando nel Napoletano si registrarono diversi morti carbonizzati legati a faide interne alla camorra dell'hinterland partenopeo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catania, maxi sbarco migranti a bordo della nave "Vos Hestia" di Save the children

Migranti, nave Save the Children perquisita dalla polizia a Catania

Le operazioni a bordo della Vos Hestia. L'Ong: "Noi estranei alle indagini, sospendiamo operazioni in mare"

Brescia, incidente mortale alla gara di auto Malegno Borno

Incidente mortale a Riccione: passante fa diretta Fb ma non chiama i soccorsi

Indignazione sul web nei confronti del ventinovenne che ha messo online il decesso di un altro ragazzo

Legnano, operaio muore in seguito al crollo di un impalcatura

Puglia, reati contro la pubblica amministrazione: arrestati i sindaci di Torchiarolo e Villa Castelli

L'operazione dei carabinieri. In manette 12 persone tra cui anche vari dirigenti di uffici tecnici comunali