Martedì 01 Novembre 2016 - 08:30

Chi utilizza Facebook? Avrebbe una maggior aspettativa di vita

Riichieste di amicizia e foto sono "interazioni sociali"

Chi utilizza Facebook? Avrebbe una maggior aspettativa di vita

Uno studio condotto da alcuni sociologi dell'Università della California di San Diego ha concluso che l'uso moderato del social network Facebook potrebbe essere associata ad una maggiore aspettativa di vita. Lo studio, pubblicato in un articolo sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS), ha comparato i dati di dodici milioni di utenti di Facebook in California con le loro cartelle cliniche. La conclusione principale è che gli utenti di Facebook nati in un determinato anno hanno un 12% in meno di probabilità di morire rispetto a quelli natinello stesso anno e che non utilizzano il social network.

 Il direttore dello studio, William Hobbs ha detto che i risultati confermano la teoria sviluppata nel 1979 dalla sociologa Lisa Berkman secondo la quale  le persone con forti legami sociali hanno un'aspettativa di vita più lunga. Lo studio del 1979 si basava sulle interazioni personali: l'attuale ricerca ha concluso che accettare richieste di amicizia o pubblicare fotografie sul social significa stabilire legami sociali: "Interagire online sembra salutare quando l'attività è moderata e integra le interazioni personali" ha dichiarato Hobbs, che ha tuttavia riconosciuto che i risultati possono essere dovuti a differenze economiche e sociali tra utenti e non utenti di Facebook.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Collistar insieme al Fai: "Ti amo Italia, ti difenderemo e ti proteggeremo"

Il progetto riguarda la manutenzione delle aree verdi che circondano Villa Balbianello, sul lago di Como

Blue Monday, oggi è il giorno più triste dell'anno. I consigli per superarlo

Ecco qualche trucco per tornare a sorridere anche in questo 'drammatico' lunedì

Supercomputer, verso la frontiera degli exaflop. E' corsa tra Ue e Resto del Mondo

Sono i calcolatori da un miliardo di miliardi di operazioni al secondo, indispensabili per affrontare temi al top di mobilità, medicina, clima ecc. E si cerca di capire come costruire il necessario sostegno economico a livello europeo

iPhone X in vendita a New York

Guai per Apple: Parigi apre un'inchiesta sul rallentamento degli iPhone

L'ipotesi è che il colosso di Cupertino abbia volontariamente programmato un precoce invecchiamento dei dispositivi