Venerdì 23 Dicembre 2016 - 15:45

Chelsea, Conte felice: Fantastico essere in testa a Natale

"Ci siamo guadagnati questa posizione e ora è importante mantenerla. Non sarà facile"

Chelsea, Conte felice: Fantastico essere in testa a Natale

"Arrivare a Natale e aprire il giornale e leggere di essere in testa alla classifica è fantastico". Il tecnico del Chelsea Antonio Conte in un'intervista rilasciata al sito ufficiale del club inglese ha tirato le somme di questo 2016 che ha proiettato i 'Blues' di nuovo in vetta alla Premier. "Non mi fido delle persone che dicono che è importante restare dietro e non avere pressioni - ha aggiunto l'ex allenatore della Juventus - Preferisco avere pressioni e restare in testa. Ci siamo guadagnati questa posizione e ora è importante mantenerla. Non sarà facile".

Conte ha poi ricordato come "all'inizio della stagione nessuno pensava che il Chelsea si sarebbe potuto trovare in testa, per molte ragioni - ha ribadito - Perché la squadra era la stessa della scorsa stagione, perché il nostro mercato non è stato grande, ma abbiamo trovato il giusto equilibrio tra me, i giocatori e il club, provando a cambiare l'idea della gente e disputare una buona ragione".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Mondiali Russia 2018, il Brasile lascia l'hotel a Kazan

Liverpool, assalto ad Alisson. Inter insiste per Vrsaljko

Offerta record di 70 milioni di euro alla Roma per il portiere della nazionale brasiliana

TOPSHOT-FBL-WC-2018-MATCH63-BEL-ENG

Chelsea "avverte" Real Madrid: Hazard via solo per 225 milioni

Sarebbe il trasferimento più costoso della storia. Il centrocampista belga è legato ai londinesi fino al 2020

Mondiali 2018, Nigeria vs Argentina

Sampaoli lascia la nazionale: rescisso contratto con l'Argentina

All'ex ct dovrebbe essere riconosciuta una buona uscita di 1 milione e mezzo di dollari

FBL-WC-2018-MATCH61-FRA-BEL

Pogba verso l'addio allo United: ipotesi Barcellona

Secondo 'Mundo Deportivo', Raiola avrebbe già incontrato i dirigenti catalani alla Ciutat Deportiva