Martedì 26 Settembre 2017 - 21:00

Champions League, Allegri verso Juve-Olympiacos con il dubbio Higuain

Massimiliano Allegri è tentato di ripetere la mossa del derby e puntare su Mario Mandzukic

Champions League, conferenza stampa Juventus

Ancora una notte e poi la rifinitura di domani mattina prima di decidere. Massimiliano Allegri è tentato di ripetere la mossa del derby, tenere cioè inizialmente fuori Gonzalo Higuain per puntare su Mario Mandzukic centravanti con il crossatore Douglas Costa a sinistra abbinato a Cuadrado a destra. E in più il Dybala strepitoso di questo periodo alle loro spalle. Anche in Champions, contro l'Olympiakos, la Juve potrebbe scendere in campo così.

Allegri a parole, in conferenza stampa, ha preparato il terreno per il possibile sacrificio di Higuain, il secondo in pochi giorni dal derby alla partita di domani: "Gonzalo è tranquillo. Lui è il titolare della Juventus, ma capita in una stagione così, con partite da giocare ogni tre giorni, che qualcuno debba restare a turno escluso. È capitato a Higuain con il Torino ma poi quando è entrato, ha fatto molto bene". Insomma, l'idea è nell'aria. Il Pipita nell'ultimo periodo ha evidenziato difficoltà, non è ancora entrato in forma. Pur partecipando al gioco, non è mai riuscito a incidere. Non ha trovato la via del gol. Si sbloccherà. Ma intanto Allegri ha bisogno di certezze: "Dobbiamo vincere con l'Olympiakos perché altrimenti il passaggio del turno si complicherebbe molto".

Anche in difesa c'è un grosso dubbio, che ogni volta in Champions si riproporrà considerato il fatto che Lichtsteiner non è stato inserito nell'elenco Uefa e che De Sciglio sarà indisponibile per un mese, come Howedes. Allora ecco che la scelta è ristretta a due soluzioni, come anticipa Allegri: "O gioca Sturaro a destra con Barzagli centrale oppure c'è lo stesso Barzagli da quella parte con Benatia in mezzo". Anche qui l'impressione è che la decisione sia stata quasi presa e che Allegri finirà per affidarsi all'esperto Barzagli. Il quale in conferenza non si sbilancia: "Decide il mister, io sono pronto". Il fatto è che questa soluzione può permettere alla Juve di difendere anche a tre (Barzagli appunto con Benatia e Chiellini) o comunque di coprire le spalle a Cuadrado nel modo più sicuro.

In Champions non si può dare nulla per scontato. "Perché chi pensa che contro l'Olympiakos sia facile, sbaglia. Loro sono una squadra veloce che in campo aperto sa colpire e far male. In Champions tutte le squadre giocano fino all'ultimo minuto, non dobbiamo commettere errori", ha detto Allegri. Una certezza c'è e riguarda il centrocampo, dove per altro non è ancora disponibile Marchisio (che però si è allenato con il gruppo e ha festeggiato su Instagram: "Sono molto felice, manca poco…") e Khedira pur convocato non sarà in condizione ideale. Ma come sottolinea Allegri "giocheranno ancora insieme Pjanic e Matuidi che ultimamente si sono comportati molto bene. E comunque dietro di loro abbiamo Bentancur che ogni volta che è sceso in campo se l'è cavata egregiamente. Quindi direi che a centrocampo siamo coperti". Ma anche in difesa e a centrocampo: la forza della Juventus di quest'anno è proprio nella possibilità di utilizzare molte e diverse soluzioni.
 

Scritto da 
  • Luca Borioni
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Juventus vs Benevento 2-1

Juventus-Benevento 2-1 le pagelle: si salvano solo Higuain e Cuadrado

Le pagelle del match giocato alle 15 e valido per la dodicesima partita del campionato di Serie A

Juventus vs Benevento 2-1

Juve scaccia le Streghe: Higuain-Cuadrado ribaltano Benevento

I tre punti sono l'unica cosa da salvare in questo pomeriggio freddo e piovoso

Juve, Allegri: "Con il Benevento non ammetto distrazioni. Dybala deve ritrovare brillantezza"

Il tecnico mette in guardia i bianconeri: "Bisogna fare una partita seria, dobbiamo essere aggressivi"

POR, UEFA CL, Sporting Lissabon vs Juventus Turin

La Juve compie 120 anni. Buffon: "Auguri alla Signora del calcio"

Il capitano lancia su Istagram l'hashtag #Juve120. Domenica con la maglia celebrativa