Martedì 14 Marzo 2017 - 22:45

Champions, Juve-Porto 1-0: Dybala spalanca porte dei quarti

I bianconeri hanno chiuso con relativa facilità e relativi sforzi la sfida con i lusitani

Champions, Juve-Porto 1-0: Dybala spalanca porte dei quarti

L'accesso ai quarti di finale di Champions League è pratica che la Juventus ha chiuso con relativa facilità e relativi sforzi dopo il 2-0 quasi tombale dell'andata. A dispetto della tendenza modaiola per le remuntade, il Porto si è rivelato in realtà poca cosa sotto il profilo dell'atteggiamento e delle capacità tecniche, al punto da rendere il compito dei bianconeri più agevole del previsto. Quando poi i portoghesi si sono trovati sotto di un gol e di un uomo, alla fine del primo tempo, qualsiasi azzardo è evaporato nella serata tiepida dello Stadium. Dall'intervallo in avanti, infatti, i tifosi hanno cominciato a far di conto per il prossimo sorteggio: chi sarà l'avversario dei bianconeri? Il domandone troverà risposta venerdì, dalle urne di Nyon. La fantasia può scatenarsi, è rimasto il meglio della nobiltà europea.

La Juventus non ha dato spettacolo ma si è comunque divertita a giocare, malgrado per un pezzo abbia dovuto trovare le misure di se stessa più che dell'avversario. L'occupazione degli spazi e il giropalla sono sempre state le caratteristiche delle squadre portoghesi e neppure quella di Nuno Espirito Santo è venuta meno al rispetto della tradizione. Certo, al di là della fase di possesso, partendo dalla sconfitta dell'andata, il Porto avrebbe dovuto fare qualcosa di più e di diverso per schiodare la Juventus, o, per lo meno, per metterle paura. Invece i campioni d'Italia hanno gestito con sufficiente disinvoltura la fase difensiva e si sono permessi di costruire con discreta calma quattro occasioni del primo tempo, due con Dybala e due con Manduzkic. I ritmi non sono mai stati forsennati, anche perché i portoghesi con il loro lento trantran hanno in qualche modo agevolato il compito dei bianconeri: a parte qualche guizzo di Brahimi e la regia prevedibile di Oliver Torres, si è visto davvero poco d'altro.

Non è stato un euro-allenamento, dal momento che le sfide di Champions non sono mai banali - Barcellona e Psg insegnano - ma è fuori discussione che il risultato del Dragao abbia intaccato lo sviluppo della partita, consolidando le certezze della Juventus e rendendo più evidenti le debolezze del Porto. All minuto 40 si è materializzato l'episodio che ha definitivamente chiuso il match e il discorso qualificazione: la 'parata' di Maxi Pereira - di professione terzino destro - sul tiro di Higuain, ha decretato la sua espulsione e il rigore trasformato in maniera chirurgica da Dybala. Il doppio vantaggio (nel punteggio e nelle forze in campo) ha spogliato l'incontro di qualsiasi pathos, trasformandolo in una recita a soggetto. La Joya ne ha approfittato per regalare numeri di alta scuola, Benatia per 'incasinarsi' la vita e mettere Soares nella condizione di fare gol dopo una manciata di minuti della ripresa: superficiale il difensore, sprecone l'attaccante.

Pjaca al posto di Cuadrado e Boly per André Silva sono state le mosse dei due allenatori, giusto per non trascorrere 45 minuti di pura noia. La sostituzione di Benatia con Barzagli al quarto d'ora è stata invece condizionata da un problema fisico. Dettagli, mentre Pjaca sfiorava il 2-0 e Higuain pure. Il resto è rimandato a venerdì.
 

Scritto da 
  • Vittorio Oreggia
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Juventus - Crotone

Fabio Paratici, l'uomo che ha portato CR7 alla Juventus: "Idea folle nata dopo rovesciata allo Stadium"

Un colpo straordinario quello del dirigente, che la Juve ha 'blindato' con un rinnovo triennale per 'sottrarlo' alla tentazione delle tante offerte ricevute da mezza Serie A

Juventus, Cristiano Ronaldo al J medical accolto dai tifosi

Ronaldo, primo giorno alla Juventus: "Voglio fare la storia"

E ringrazia la squadra per la possibilità di mettersi di nuovo in gioco

Cristiano Ronaldo

Da commessa a lady Ronaldo: ecco chi è Georgina Rodriguez

Lei lavorava in una boutique di lusso a Madrid. Il primo incontro tra i due in un party di Dolce&Gabbana

Juventus, Cristiano Ronaldo al J medical accolto dai tifosi

Il giorno di CR7, Ronaldo al J Medical: tifosi della Juve in delirio

Visite mediche per il nuovo acquisto bianconero. Alle 18.30 la presentazione ufficiale all'Allianz Stadium