Lunedì 22 Febbraio 2016 - 20:45

Champions, Juve all'esame Bayern ritrova Mandzukic e Khedira

Domani sera si affrontano a Torino due delle squadre più importanti d'Europa

Champions League, conferenza stampa Juventus

Trentuno scudetti e due Champions la Juventus, 25 titoli di Bundesliga e 5 Champions il Bayern Monaco: domani sera si affrontano a Torino due delle squadre più importanti d'Europa. I bavaresi hanno vinto nel 2013 la Coppa, i bianconeri sono arrivati in finale lo scorso anno. Insomma quello in programma allo Juventus Stadium è più di un semplice ottavo di finale e ne sono consapevoli gli stessi protagonisti. "Domani difficilmente finirà 0-0, anzi credo finirà con molti gol", ha detto Massimiliano Allegri nella corso della conferenza stampa della vigilia. "Ci sono 50% possibilità di vincere e abbiamo grandi possibilità di andare avanti anche se loro sono una delle favorite per la Champions", ha aggiunto. Sulla stessa lunghezza d'onda è Gigi Buffon. "Loro non hanno punti deboli ma anche noi siamo una squadra in crescita che in questo percorso di vittorie di 4-5 anni ha trovato un certo consolidamento in Europa", ha detto il capitano bianconero che poi ha aggiunto: "Serve la calma ma c'è bisogno anche di generosità e quella sana follia che ti permette di osare. Soprattutto in casa una squadra come la Juve può anche cercare di dare la zampata".

Un doppio confronto crocevia importante per la stagione della Juve ma forse lo è ancora di più per il Bayern e in particolare per il suo allenatore. Con l'annuncio del suo passaggio al Manchester City il prossimo anno, sul tecnico catalano c'è grande pressione: non riuscire a vincere la Champions potrebbe connotare negativamente la sua esperienza in Germania. "Lo so che se non vinco la Champions la gente penserà ad una avventura incompleta ma io sono felice della mia esperienza a Monaco e gli altri possono pensare quello che vogliono", ha replicato Guardiola. "Siamo andati due volte in semifinale e l'altro anno avevamo 8-10 infortunati contro quel Barcellona e così era impossibile", ha ricordato. "L'addio di Guardiola non credo avrà influenza, siamo concentrati sul momento attuale e nelle prossime settimane proveremo a raggiungere i nostri obiettivi", gli ha fatto eco il capitano Phlipp Lahm. "Proveremo a dare il saluto migliore al nostro allenatore", ha aggiunto. Per quanto riguarda la partita, Guardiola si aspetta "una Juve che presserà alto soprattutto se gioca Mandukic e che ha una delle difese più forti d'Europa. Noi siamo in difficoltà in difesa e potremmo anche provare qualcosa di diverso".

Capitolo formazioni: in casa Juventus, Allegri deve fare a meno di Chiellini e Alex Sandro ma recupera Mandzukic e Khedira. Formazione a questo punto quasi obbligata: Buffon in porta, Bonucci e Barzagli centrali con al fianco Lichtsteiner ed Evra, a centrocampo possibile conferma per Cuadrado al fianco di Marchisio, Khedira e Pogba mentre in attacco al fianco di Dybala dovrebbe partire il recuperato Mandzukic con Morata pronto a subentrare. Non è certamente messo meglio Guardiola, costretto di fatto a reinventare la difesa del Bayern. Davanti a Neuer possibile il recupero in extremis di Benatia che potrebbe prendere il posto di uno fra Tasci e il baby Kimmich al centro della linea a quattro. Sulle fasce agiranno capitan Lahm e l'austriaco Alaba. Guardiola ha detto di aver studiato qualcosa di diverso e allora non è da escludere un clamoroso arretramento di Vidal in difesa. In questo caso le chiavi del centrocampo sarebbero nelle mani di Xabi Alonso e Thiago Alcantara. Le uniche certezze sono in attacco con Robben, Douglas Costa e Muller a supporto del superbomber Lewandowski.

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Juve, Dybala: Per fortuna ho trovato gol, spero sia mia svolta

Juve, Dybala: Per fortuna ho trovato gol, spero sia mia svolta

"Ogni partita che passava e non segnavo diventava più dura"

Dinamo Zagreb - Juventus

Champions, la Juve spegne la Dinamo e torna a sorridere

Pjanic-Higuain-Dybala-Dani Alves: i bianconeri calano il poker

Dinamo Zagreb - Juventus

Champions, Juve cala il poker: Dinamo ko 4 a 0

Pjanic-Higuain poi Dybala e Dani Alves

La gaffe della Fifa: 'Buon compleanno Fernando Totti'

La gaffe della Fifa: 'Buon compleanno Fernando Totti'

Dall'account Twitter arrivano le scuse ma ormai il 'danno social' è fatto