Martedì 06 Dicembre 2016 - 22:45

Champions, Callejon-Mertens show: Benfica ko, passa il Napoli

I partenopei si impongono 2-1 e volano agli ottavi. Soddisfatto Sarri: "Primo posto ci dà fiducia"

Champions, Callejon-Mertens show: Benfica ko, Napoli vince girone

Missione compiuta. Nell'ultima e decisiva partita del girone, il Napoli espugna l'Estadio da Luz con una prestazione di grande personalità e vola agli ottavi di Champions League da prima classificata. Sconfitta indolore, comunque, per il Benfica che affonda sotto i colpi magici di Callejon e Mertens e nel finale prova a riaprire il match con Jimenez. Per la seconda volta nella loro storia, il Napoli accede alla fase ad eliminazione diretta.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato. Dopo un gol annullato, giustamente, per fuorigioco a Gabbiadini, scelto da Sarri nel tridente completato da Insigne e Callejon, il Napoli rischia grosso dopo un errato rinvio di Ghoulam: la palla sbatte su Salvio ed arriva a Guedes che da due passi, disturbato dall'uscita di Reina, mette incredibilmente fuori. Poi c'è lavoro per il numero 25 azzurro, reattivo nel rifugiarsi in angolo sul diagonale di Jimenez. Replicano gli uomini di Sarri con Gabbiadini, che raccoglie il traversone di Callejon ma trova la sua conclusione murata da Samedo. Intervento, poi, senza problemi per Ederson, che blocca un piattone non irresistibile di Callejon servito da un cross dal fondo di Ghoulam. Ben più pericoloso il Napoli un minuto dopo con un gran sinistro di prima di Gabbiadini: provvidenziale il portiere dei lusitani in uscita bassa. Si va al riposo con le ottime notizie da Kiev, dove la Dinamo è in vantaggio di quattro reti sul Besiktas: al 'Da Luz', ora, è in palio il primo posto. Ma la gara resta vera.

Napoli pericolosissimo ad inizio ripresa. Subito in evidenza Gabbiadini che prova il sinistro dopo il tocco di Callejon, Luisao devia, poi è Callejon a mangiarsi il vantaggio sbagliando il destro dopo l'assist di Insigne. Il Benfica, però, è molto aggressivo e Sarri fa la prima mossa. Gabbiadini lascia spazio a Mertens e il Napoli va in vantaggio: il neo entrato smarca con un tocco di prima Callejon davanti ad Ederson, superato con un preciso pallonetto dallo spagnolo (15'). Scatenato il 7 azzurro, che va in scivolata sul pallone dalla sinistra di Insigne ma viene murato in angolo. Sul successivo tiro dalla bandierina Ederson blocca il pallonetto provato dall'attaccante campano. Il vantaggio rasserena gli azzurri, i padroni di casa accusano il colpo. Arriva poi il momento di Zielinski, dentro Hamsik. A chiudere i giochi e blindare il primo posto ci pensa Mertens al 34': strepitoso lo spunto del belga, che si libera con un dribbling secco di Luisao e fulmina Ederson sul primo palo.

Nel finale potrebbe entrare nel tabellino anche Zielinski, ma il suo sinistro trova l'opposizione di Ederson. Il Napoli si complica la vita ad un minuto dal termine, quando un regalo di Albiol consegna la palla a Jimenez che davanti a Reina accorcia le distanze. Ma non c'è più tempo per la possibile rimonta. Partenopei e lusitani volano insieme agli ottavi, il Besiktas seppellito di reti a Kiev (6-0 il finale) retrocede in Europa League. Appuntamento a febbraio, dove Sarri potrà riabbracciare Milik.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Lazio - Napoli

Napoli, Koulibaly carico: "Juve avvisata, vogliamo lo scudetto"

Il difensore assicura: "Sono pronto a firmare a vita"

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi